Libreria ASEQ - Via dei Sediari, 10 • 00186 Roma - Email: info@aseq.it - Tel. 06 6868400

Towazugatari – Diario di una Concubina Imperiale

Towazugatari – Diario di una Concubina Imperiale

Autore/i: Nijō
Editore: Editoriale Nuova
introduzione e traduzione di Lydia Origlia. pp. 286, Milano Prezzo: € 16,00

Il Giappone del XIII secolo rivive nelle pagine di questo diario, insieme romanzo classico e confessione, scritto con estrema sincerità da una donna affascinante e raffinata. Le vicende narrate nei primi tre libri sono ambientate nella Corte Imperiale di Kyoto, tra imperatori, nobili, principesse, maghi e monaci. Gli ultimi due descrivono paesaggi incantevoli e selvaggi, monti e boschi sacri, incontri con guerrieri di Kamakura, sacerdoti, prostitute e mercanti di schiavi. L’unione forzata con l’Imperatore, il dolore. per la morte del padre, la relazione segreta con l’inquietante cugino, la sacrilega e tormentata passione del principe-monaco, le nascite dei figli, sono descritti con impavida schiettezza. Tra legni odorosi e cortine di seta di palazzi e ville, nei giardini illuminati dalla luna, dove svanisce la melodia di un flauto o di un’arpa, tra nuvole d’incenso e fuochi sugli altari dei templi, in un’atmosfera pregna di magia, d’apparizioni e di sogni premonitori, dove gli amanti si sentono uniti da un legame antico e giurano di amarsi anche nella successiva reincarnazione, emerge una figura di donna, che sa donarsi totalmente all’amore, alla sofferenza, alla religione, all’avventura, e trarne con laboriosa alchimia, coraggio e saggezza. Questa traduzione la prima in italiano è completata da un’appendice critica, che rappresenta uno stimolante itinerario intellettuale nel Giappone antico.

Nijō nacque nel 1258 a Kyoto, da Minamoto no Masatada, appartenente a una delle più illustri e nobili famiglie dell’epoca. Orfana di madre, fu allevata a Palazzo. A tredici anni divenne concubina del ventottenne ex imperatore Go Fukakusa. La bellezza, l’animo sensibile, l’ingegno artistico, la cultura classica e, soprattutto, il fascino che esercitava, avrebbero potuto permetterle di diventare imperatrice, come sembra sia accaduto ad una sua figlia: di lei non si saprebbe se non quel poco che le cronache storiche ci avrebbero tramandato. Invece, per le sue intemperanze amorose e per l’odio di una rivale, la Signora di Higashi Nijo, fu allontanata dalla Corte a venticinque anni, e potè dedicarsi ai viaggi e alla stesura del Towazugatari, il più vivido e palpitante affresco dell’antico Giappone. Nel 1288, le cronache dell’epoca annotano la sua presenza al matrimonio dell’imperatore Fushimi con la figlia dell’amato cugino Sanekane. Il suo diario si conclude nel 1306. Finora non è stato ritrovato alcun documento che accenni alla sua esistenza negli anni seguenti, quasi si sia dissolta nelle pagine stesse del Towazugatari.

Vai alla scheda libro e aggiungi al carrello Modalità di acquisto

Commenti

Lascia un commento




Libreria ASEQ s.r.l. - Via dei Sediari, 10 - 00186 Roma - Tel. 06 6868400 - Partita IVA 08443041002