Libreria ASEQ - Via dei Sediari, 10 • 00186 Roma - Email: info@aseq.it - Tel. 06 6868400

Selezione di volumi Aseq Editrice

Li Tre Libri Dell’Arte Del Vasaio

Autore/i: Piccolpasso Cipriano
Editore: All’Insegna del Giglio
A cura di Giovanni Conti pp. 260, Firenze, ill. Prezzo: € 35,00

Il trattato dell’arte del vasaio fu scritto da Cipriano Piccolpasso “ai prieghi della santa memoria dell’illustrissimo e reverendissimo cardinale Turnone” certamente prima del 1559, come annota il curatore Giovnni Conti. Parte preziosa del testo sono le illustrazioni disseminate in tutto il trattato che rivelano tutta la sua abilità di mestierante abituato a dipingere, nel genere istoriato, cartigli e scartocci, nastri, festoni, putti e mascheroni del repertorio manieristico.

Roma Medievale Aggiornamenti

Autore/i: AA. VV.
Editore: All’Insegna del Giglio
A cura di Paolo Delogu pp. 340, nn. ill. Prezzo: € 31,00

Sommario
Paolo Delogu, Presentazione
Alberto Forni, Ferdinand Gregorovius storico di Roma medievale
Massimo Miglio, Riflessioni su Roma tardomedievale: città e papato
Federico Marazzi, I patrimoni della chiesa romana e l’amministrazione papale fra tarda antichità e alto medioevo
Antonio Pizzi, L’organizzazione della difesa di Roma fra V e VI secolo
Lucia Saguì, Indagini archeologiche a Roma: nuovi dati sul VII secolo
Alessia Rovelli, La circolazione monetaria a Roma nei secoli VII e VIII secolo. Nuovi dati per la storia economica di Roma nell’alto medioevo
Lidia Paroli, La scultura in marmo a Roma tra l’VIII e il IX secolo
Paolo Delogu, L’importazione di tessuti preziosi e il sistema economico romano nel IX secolo
Ludovico Gatto, Riflettendo sulla consistenza demografica della Roma altomedievale
Sandro Carocci, La nobiltà duecentesca. Aspetti della ricerca recente
Etienne Hubert, Ceti dirigenti e urbanizzazione (secoli XII-XIV)
Valentino Pace, Committenza aristocratica e ostentazione araldica nella Roma del Duecento
Serena Romano, L’Aracoeli, il Campidoglio e le famiglie romane nel Duecento
Franca Allegrezza, Trasformazioni della nobiltà baronale nel Trecento
Isa Lori Sanfilippo, Il mercato del lavoro nella Roma del Trecento
Ivana Ait, Gli speziali: un gruppo imprenditoriale nella Roma tardo medioevale
Luciano Palermo, Fattori della produzione e sviluppo economico a Roma nel Rinascimento
Anna Modigliani, Continuità e trasformazione dell’aristocrazia municipale romana nel XV secolo
Maddalena Signorini, Alfabetizzazione della società romana alla fine del Quattrocento
Anna Esposito, Le strutture assistenziali romane nel tardo medioevo tra iniziativa laicale e politica pontificia
Giulia Barone, Il clero romano e la vita religiosa dei laici nel basso medioevo
Alessandra Bartolomei Romagnoli, Santa Francesca Romana. Fonti, studi, interpretazioni
Eleonora Plebani, Relazioni socio-economiche tra Roma ed i Medici alla fine del medioevo: lo stato attuale delle ricerche

Arabia E Palaestina Dall’Impero Al Califfato

Autore/i: Bianchi Barbara
Editore: All’Insegna del Giglio
pp. 250, Firenze, ill. Prezzo: € 28,00

Il volume illustra la trasformazione politica, economica e sociale che interessò il territorio delle province romane di Arabia e Palaestina, dopo la conquista islamica, oggi delimitato dai confini della Giordania, in Jund al-Urdunn a nord e in Jund Dimashq e Filastin a sud. L’analisi percorre un arco cronologico compreso tra la fine del III e l’inizio del IX secolo d.C., momento in cui questa regione non è più la terra dei principi omayyadi, risultando ormai evidenti gli effetti dell’affermazione del califfato abbaside.

Casa Di Adamo In Paradiso (La)

Autore/i: Rykwert Joseph
Editore: Adelphi
Traduzione di Roberto Lucci, Enrico Filippini, 3ª ediz. pp. 295 Prezzo: € 32,00

Alcuni grandi maestri dell’architettura moderna, come Le Corbusier, Adolf Loos, F.L. Wright, ricorsero in momenti decisivi della loro evoluzione, proprio quando si trattava di introdurre radicali innovazioni, a una mitologia appena velata delle origini del costruire, quasi inseguendo l’immagine di una prima casa, giusta perché prima, perduta ma sempre presente in noi come archetipo. L’immagine dell’abitazione originaria non si ritrova però soltanto nei testi dei teorici dell’architettura: in questo labirintico percorso a ritroso si incontrano dei grandiosi complessi mitologici e rituali che chiaramente si riferiscono allo stesso tema, e ad alcuni di essi – greci, ebraici, mesopotamici, giapponesi e australiani – Joseph Rykwert ha dedicato la seconda parte della sua appassionante e originalissima ricerca. I materiali preziosi, e spesso scarsamente conosciuti, di cui si tratta in questo studio bastano a rendere la lettura affascinante per chiunque sia interessato a tali problemi. Ma in esso si riconoscerà anche un’intenzione rivolta al presente, e in particolare agli architetti che oggi costruiscono: riflettere, come per secoli è stato fatto, sulla «casa di Adamo in Paradiso» non è altro che affrontare direttamente le ragioni fondamentali del costruire e dell’abitare, in rapporto a tutta la nostra vita, ed è perciò un’impresa perennemente attuale e necessaria, perché «il paradiso è un ricordo e, insieme, una promessa».

Verbo Degli Uccelli (Il)

Autore/i: ’Attar Farid Ad-Din
Editore: Se
A cura di Carlo Saccone pp. 240 Prezzo: € 22,00

Farid ad-Din ’Attar, uno dei più celebri poeti mistici persiani, visse tra il 1100 ed il 1200, in un’epoca in cui il sufismo era assai praticato e i problemi della metafisica erano oggetto di fattiva speculazione.

Filologia E Libertà

Autore/i: Canfora Luciano
Editore: Arnoldo Mondadori Editore
pp. 150, Prezzo: € 13,00

Attraverso l’affascinante storia delle discipline filogiche, dai primi che osarono sottoporre ad indagine testi intoccabili, fino ad Erasmo, Spinoza e Giordano Bruno, e poi dagli oscuri copisti medioevali che salvarono i grandi scritti dell’antichità fino ai filologi dell’epoca moderna che ristabiliscono la verità storica della scrittura e della tradizione contro le mistificazioni ideologiche o religiose, Canfora racconta come la filologia sia stata la palestra della libertà intellettuale, dell’indipendenza della ricerca e del diritto degli uomini alla verità contro ogni forma di oscurantismo.

Rivoluzione Dei Templari (La)

Una storia perduta del dodicesimo secolo.
Autore/i: Cerrini Simonetta
Editore: Arnoldo Mondadori Editore
pp. 240 Prezzo: € 18,50

La storia dei templari è costellata di vicende oscure, episodi favolosi e figure mitiche. A partire dal processo all’ultimo maestro dell’ordine del Tempio, Jacques de Molay, torturato e messo al rogo nel 1314 a Parigi, i misteri si sono moltiplicati fino ai nostri giorni, al punto che l’alone fantastico in cui sono avvolti i “Poveri cavalieri di Cristo e del Tempio di Salomone ” tende a riemergere ancora oggi nelle opere che ne ripercorrono le gesta.
Simonetta Cerrini, studiosa che da anni si occupa di questo argomento, si pone l’obiettivo di sfatare le leggende fiorite nel corso dei secoli, di abbandonare i luoghi comuni storiografici e soprattutto di intraprendere nuove vie di ricerca basandosi sull’analisi sistematica dei testi fondatori dell’ordine del Tempio.
Grazie a un accurato esame di nove manoscritti e di documenti coevi, viene così alla luce la visione “rivoluzionaria” dei templari e del loro rapporto con la fede. Proprio quando nel mondo cristiano si afferma la netta separazione tra chierici e laici, e i primi assumono l’esclusiva gestione della sfera del sacro, l’ordine del Tempio si impone come punto di riferimento spirituale per ogni cristiano, pur essendo composto da laici. I templari rappresentano dunque un elemento di rottura nella partizione della società medievale: sono al tempo stesso oratores e bellatores, proprio perché non aderiscono in senso stretto né al modello di vita clericale, né a quello cavalleresco. Sono dei cavalieri ma seguono senza esitazioni una regola “antieroica”; sono dei frati ma seguono rigorosamente una regola “antiascetica”.
Attraverso la puntuale e affascinante ricostruzione della loro dottrina, Simonetta Cerrini ci racconta la vita quotidiana di questi singolari cavalieri, scandita allo stesso modo dalla preghiera e dalla guerra, e ci svela un aspetto ancora sconosciuto della loro attività: al di là dell’impegno militare nell’esercito crociato, i templari utilizzarono l’autonomia spirituale di cui godevano per diffondere il cristianesimo in lingua volgare e per confrontarsi con altre esperienze religiose.
Nel cuore della società medievale d’Oltremare, infatti, furono gli unici fra tutti i cristiani d’Europa a diventare interlocutori privilegiati dei cristiani d’Oriente e dei musulmani. In un’epoca come la nostra, segnata da un durissimo scontro fra integralisti islamici e tradizionalisti cristiani, l’archetipo della fede templare può dunque indicare la via per un possibile dialogo e una reciproca comprensione tra i monoteismi e le differenti culture.

Didachè – Prima Lettera Di Clemente Ai Corinzi – A Diogneto

Autore/i: Anonimo; Clemente Romano
Editore: Città  Nuova
Introduzione di Dag Tessore; traduzione e note a cura di Antonio Quacquarelli pp. 94 Prezzo: € 4,50

I testi pubblicati in questo volume costituiscono vere e proprie pietre miliari della letteratura cristiana delle origini, sia per la loro importanza teologica e morale, sia per la loro antichità. La Didachè, in particolare, è tra gli scritti più antichi: l’Autore, anonimo, intende presentare l’insegnamento di Dio, rivelato nella Sacra Scrittura. Prima Lettera di Clemente Romano ai Corinzi, scritta intorno al 95-98 d.C. ed attribuita a papa Clemente, non è una lettera, ma un’omelia che ha conosciuto un’enorme diffusione nell’antichità. Il messaggio di fondo della Lettera è che bisogna essere «umili e senza vanagloria, volendo più obbedire che comandare». A Diogneto è uno scritto anonimo nel quale si traccia un profilo della mentalità cristiana e dei suoi princìpi basilari.

Dimostrazione Evangelica / 1

Autore/i: Eusebio Di Cesarea
Editore: Città  Nuova
Introduzione, traduzione e note di Franzo Migliore pp. 290 Prezzo: € 22,00

Composta intorno al 314-320 d.C., appartiene al gruppo delle opere apologetiche di Eusebio di Cesarea. Originariamente in venti libri, ci sono pervenuti per intero i primi dieci e alcuni frammenti del quindicesimo. L’intento dell’opera è quello di controbattere le accuse dei giudei, perciò Eusebio legge ed interpreta, in chiave cristologica, le profezie anticotestamentarie, cui riconosce un valore universale e che, come egli dimostra, si sono pienamente realizzate in Cristo. Il Cristianesimo non è pertanto una nuova forma di religione, ma la prima, sola, unica e vera forma, che attua pienamente la reale essenza del giudaismo come religione rivelata. Ricchissima di citazioni bibliche, l’opera rivela la grande capacità di Eusebio di muoversi con dimestichezza all’interno del testo sacro; in essa l’Autore riassume e completa tutti i temi e i motivi cui l’apologetica aveva fatto ricorso in passato. La novità vera dell’opera rispetto alla precedente apologetica è nell’aria nuova che in essa si respira, da cui traspare che la nuova religione non è più perseguitata e costretta a difendersi, come in precedenza, dagli attacchi che venivano dalle istituzioni, dai giudei e dai pagani.

A Diogneto

Autore/i: Anonimo
Editore: Esd
Sources Chrétiennes edizione italiana vol. 4. Introduzione, edizione critica e commento di Henri Marrou.Traduzione italiana di Maria Benedetta Artioli. pp. 294 Prezzo: € 28,00

I cristiani non hanno nessun segno distintivo rispetto agli altri uomini, di tutti condividono il lavoro, l’ambiente, le fatiche. Eppure, «ciò che è l’anima nel corpo, questo sono i cristiani nel mondo». Dopo una rapida contestazione del paganesimo e del giudaismo, piena di luoghi comuni, l’autore passa con agile slancio a ciò che realmente gli interessa: il mistero cristiano considerato in se stesso, nella Chiesa e nei singoli credenti. Ci lascia così brevi e incisivi capitoli, facili e densissimi allo stesso tempo, grazie a una elegantissima arte letteraria e a una conoscenza dottrinale ed esperienziale della vita in Cristo.

Chi è lo sconosciuto cristiano, raffinato ed efficace scrittore, che ci ha lasciato una simile descrizione, radicale, suggestiva e concreta della realtà cristiana? L’autore, la data esatta, il destinatario di questo breve testo sono stati un complicato rebus per gli studiosi. L’enigma permane. Tuttavia, lo studio magistrale di Henri Marrou offre al lettore il meglio delle ricerche fatte, insieme a notevoli intuizioni e risultati ai quali è personalmente pervenuto.

Palestina Cristiana (La)

I – VII secolo
Autore/i: Piccirillo Michele
Editore: Edb
pp. 226 Prezzo: € 23,00

L’opera traccia la storia della provincia romana di Palestina dalla fondazione nel 6 d.C. fino alla battaglia dello Yarmuk nel 636, quando i territori confluirono in una nuova entità imperiale di natura religiosa differente. È l’epoca della Palestina Cristiana.
Sono sette secoli determinanti nella storia del cristianesimo e di quella terra. I documenti portano a ricordare le lotte tra la popolazione giudaica e l’occupante romano, la persecuzione della comunità ebraica contro i membri della nascente comunità cristiana, i martiri cristiani della persecuzione romana; Gerusalemme ebraica viene distrutta e dopo 150 anni viene edificata la Gerusalemme venerata come ‘madre di tutte le Chiese’; i ‘luoghi santi’ diventano meta di pellegrinaggio, origine di venerazione e di liturgia; il deserto della santa città di Gerusalemme fiorisce di monachesimo e di santità.
I temi sviluppati nel volume sono quelli che ogni pellegrino di Terra Santa rivive ancora oggi con l’intensità scritta sulle pietre e nel paesaggio: il formarsi dei ‘luoghi santi’, della ‘terra santa’.
Lo storico ha attualmente a disposizione gli scavi archeologici di più di 300 chiese e di 100 sinagoghe in Terra Santa, in stragrande maggioranza costruite in epoca bizantina. Questa abbondanza di dati ha permesso al prof. Lee Levine dell’Università Ebraica di Gerusalemme di scrivere di un «diluvio di scoperte archeologiche», che sono alla base del volume di Piccirillo.

Sommario

Introduzione. 1. La comunità cristiana di Palestina da Gesù a Costantino (I-IV secolo). 2. Gerusalemme, la nuova Sion, la città dei cristiani. 4. Il deserto della santa città di Gerusalemme. 5. I luoghi santi. 6. Il periodo delle invasioni – L’inizio della fine di un’epoca. Bibliografia.

Note sull’autore

Michele Piccirillo (Casanova di Cerinola – CE 1944), francescano, archeologo della Custodia di Terra Santa, dal 1960 vive a Gerusalemme e nel Vicino Oriente. Dal 1974 è docente di storia e geografia biblica nello Studium Biblicum Franciscanum di Gerusalemme e direttore dell’annesso museo. Dirige la missione archeologica dello Studium Biblicum in Giordania sul Monte Nebo, a Umm al-Rasas e a Madaba, dove ha fondato la Madaba Mosaic School for Mosaic Restoration. Membro della Royal Asiatic Society in London e della Pontificia Accademia Romana di Archeologia, è consultore della Pontificia Commissione per i Beni Culturali della Chiesa. Tra le sue opere: Chiese e Mosaici di Madaba. Documentazione grafica a cura di E. Alliata, (SBF Collectio Maior 34), Jerusalem 1989; The Mosaics of Jordan. Edited by P. M. Bikai and T. A. Dailey, (ACOR Publications 1), Amman 1993; L’Arabia Cristiana, Milano 2002. Con E. Alliata ha pubblicato: Umm al-Rasas – Mayfa‘ah, I. Gli scavi del complesso di Santo Stefano, Jerusalem 1994; The Madaba Map Centenary (1897-1987). Travelling through the Byzantine-Umayyad Period, Amman 1998; Mount Nebo. New Archaeological Excavations (1967-1997), Jerusalem 1999. Ha curato: La Custodia di Terra Santa e l’Europa. I rapporti politici e l’attività culturale dei Francescani in Medio Oriente, Roma 1983; Registrum Equitum SSmi Sepulchri Domini Nostri Jesu Christi (1561-1848), Jerusalem 2006; con A. Spijkerman, The Coins of the Decapolis and Provincia Arabia with Historical and Geographical Introductions (SBF Collectio Maior 25), Jerusalem 1978.

Ianiculum – Gianicolo

Storia, topografia, monumenti e leggende del Gianicolo dall’antichità al Rinascimento
Autore/i: Steinby Eva Margareta
Editore: Institutum Romanum Finlandiae
Acta Instituti Romani Finlandiae vol. XVI In 4°, pp. XV + 259, num ill.e 2 tavv a col. Prezzo: € 50,00

SOMMARIO
EVA MARGARETA STEINBY
lnstitutum Romanum Finlandiae – 40 anni di attività

PARTE PRIMA
IANICULUM. TOPOGRAFIA E MONUMENTI
PAOLO LIVERANI
laniculum. Da Antipolis al mons laniculensis
FILIPPO COARELLI
Il Gianicolo nell’antichità. Tra mito e storia
LORENZO BIANCHI
L’estremità settentrionale del Gianicolo. Questioni di topografia antica e medioevale
JACQUELlNE CALZINI GYSENS
lllucus Furrinae e i culti del cosiddetto «santuario siriaco»
PARTE SECONDA
IANICULUM. CULTI, MITI, LEGGENDE E STORIA
BRUNO ZANNINI QUIRINI
laniculum. II luogo e la dimensione cronologica ad esso connessa nella tradizione romana
GIULIA PICCALUGA
“Sub laniculo arca inventa est” (Nepotian. 1.14). Perché proprio qui la tomba di Numa?
MALCOLM BELL, III
il canto del choreutes. Un bronzo greco dal Gianicolo Appendice. Una dedica ad Apollo dal Gianicolo
MARGHERITA CECCHELLI
Un monastero altomedievale a S. Pietro in Montorio
PARTE TERZA
GIANICOLO. CASINO TURINI – TOPOGRAFIA E ARCHITETTURA
FRITZ-EUGEN KELLER
Ricostruire l’antico. Ville rinascimentali su ville antiche
CHRISTOPH LUITPOLD FROMMEL
Giulio Romano e la progettazione di Villa Lante
CHRISTER BRUUN
Il fregio dorico di Villa Lante al Gianicolo. Un progetto sconosciuto di Giulio Romano?
ANTONELLA BUCCI
L’orto botanico del Gianicolo
J. RASMUS BRANDT
Roma Capitale e il Gianicolo. Progetti urbanistici nel cassetto
PARTE QUARTA
GIANICOLO. IL PROGRAMMA DECORATIVO DEL CASINO TURINI
CLAUDIA CONFORTI
Baldassarre Turini. Funzionario mediceo e committente di architettura
CHIARA PERONI
Funzionari e mecenati alla corte dei Medici nel Cinquecento
HENRIK LILIUS
Genius loci. I miti dell’antico Ianiculum nelle pitture e negli stucchi del Casino Turini
ALES·SANDRO VISCOGLIOSI
Roma – Toscana. Di qua e di là dal Tevere
FIORELLA SRICCHIA SANTORO
Villa Lante: la decorazione del salone. Problemi di attribuzione
ACHIMGNANN
Zur Beteiligung des Polidoro da Caravaggio an der Ausmalung des Salone
der Villa Lante

Quetzalcoatl

Saggi Sulla Religione Azteca.
Autore/i: Monaco Emanuela
Editore: Bulzoni – Le Edizioni Uni
pp. 244 Prezzo: € 20,00

«Chi siamo?» è un’antica domanda della filosofia. E voleva dire: chi siamo noi uomini? Oggi che le risposte opinabili non interessano più, neppure più si formulano domande del genere. C’è un nuovo modo di porre scientificamente il problema. È il modo con cui lo pone questa collana che, nel chiedersi «Chi siamo», intende: chi siamo noi occidentali?
Ecco il senso e l’iter della nostra scelta. Volte le spalle alla filosofia, quel che resta sono le scienze naturali e le scienze storiche. Questa collana lascia alle scienze naturali l’«uomo naturale» (di cui parlava la filosofia), e si occupa esclusivamente dell’«uomo culturale» che è poi l’oggetto’specifico delle scienze storiche.
Nei limiti, ma anche nelle prospettive, di un’azione così precisata, pensiamo di raccogliere opere, comunque degne di lettura per i motivi più diversi, che riteniamo utili ai fini di una conoscenza della cultura occidentale, ossia proprio di quella cultura per cui mezzo esistiamo noi stessi che ci occupiamo di scienze storiche e che oggi proponiamo questa nuova collana. Infatti né le scienze storiche né una collana del genere sarebbero immaginabili in culture diverse dalla occidentale. Dimostrare quanto ciò sia vero è, del resto, uno dei compiti della collana.

Avvenire non è un Mistero (L’)

Trattato aggiornato di astrologia scientifica. Compendio astronomico.
Autore/i: Brunini Angelo
Editore: Edito in proprio
pp. 528 Prezzo: € 30,00

L’idea del libro è nata dal desiderio di volgarizzare una materia di cui molto si parla, ma in verità poco conosciuta e poco sviluppata, malgrado la sua vetustà.
A stendere questa faticosa opera mi ha altresì invogliato la convinzione di rendere cosa utile all’umanità; in quanto, riuscendo a dimostrare (almeno spero) che, sia nel bene come nel male, sussiste un determinismo che esula dalla nostra volontà, tendo a creare nella coscienza di ognuno la convinzione che al di sopra dell’io imperante in verità si trova una forza agente la quale, nostro malgrado, spessissimo ci guida sulla strada impervia del destino; forza agente da molti in tutti i tempi scambiata per provvidenza divina o castigo divino, mentre la sua provenienza è cosmica. Va da sé che la constatazione di quanto valiamo e cioè che il nostro destino dipende per lo più da influssi cosmici, dovrebbe produrre il benefico effetto di smontare l’uomo dalla sua posizione di superuomo e di renderlo migliore: più trattabile, più fraterno, più comprensivo verso le debolezze e le necessità del prossimo.
Ancora altre ragioni d’ordine sociale mi hanno incoraggiato a stendere quest’opera: il desiderio di aiutare la Giustizia nella ricerca della verità e di illuminarla nell’ istante in cui emette i propri verdetti (nel caso di processi indiziari, sarebbe così semplice stabilire la verità!); l’utilità di porre a disposizione della medicina e soprattutto della psichiatria un materiale che faciliti la diagnosi dei pazienti; il desiderio di aiutare gli educatori ed i genitori a comprendere e professionalmente indirizzare i giovani d’oggi e di domani; la necessità di dare ad un ognuno la possibilità di muoversi con sicurezza nell’intricato labirinto della nostra società, di agire al momento giusto, di chiarire i propri dubbi e le proprie incertezze, di conoscersi nella psiche e nelle proprie tendenze patologiche per potersi controllare ed anche curare, di scegliersi il compagno della vita od il socio senza la paura di doverlo ripudiare alla prima occasione, di sperare ancora quando tutto lascerebbe supporre che sarebbe inutile.
Prima di chiudere questa nota mi curo di chiarire che il determinismo di cui sopra non scagiona l’uomo, a mio parere, dalle sue cattive azioni, in quanto egli è stato fornito della nozione del bene e del male; tuttavia, certo, ne attenua le sue responsabilità, almeno in tutti quei casi ove la sua volontà nou risulti fattore determinante di un dato misfatto attribuitogli. L’azione fisica non annulla la capacità d’intendere, per quanto inevitabilmellle tenda ad esercitarsi sulle manifestazioni psichiche e caratteriologiche del soggetto e spesso sulla sua volontà.
Mi curo altresì di chiarire che se al lettore può sembrare ch’io confonda l’influsso cosmico con Dio, in verità sono due cose ben distinte: l’influsso cosmico appartiene al campo fisico, mentre Dio mi risulta un’ entità spirituale ad altissimo livello di potenza, artefice primo sia della creazione degli stessi corpi celesti che delle moltiplicità degli esseri e delle specie.
Ho cercato d’esporre la materia in modo chiaro il più possibile onde renderla accessibile a tutti; se ci sono riuscito, sarà questa la mia migliore soddisfazione. Il lettore vedrà via via snodarsi la strada che, dalle nozioni più elementari, lo inoltrerà a farsi delle previsioni annuali, mensili e giornaliere ed a calcolarsi moltissimi fatti della propria vita con precisione assoluta.
Al resto ho impresso la mia originalità d’indagatore profondo dei fenomeni naturali e della psiche umana. All’ astrologia tradizionale invero misera, ho aggiunto il frutto di nove anni di ricerche e di scoperte: spero che il lettore e soprattutto lo studioso saprà apprezzarle.

“Otto Capitoli” (Gli)

Autore/i: Maimonide Moisè
Editore: Carucci
prefazione, traduzione e note a cura di Giuseppe Laras, pp. 96 Prezzo: € 16,00

PREFAZIONE (Giuseppe Laras) – p. xiii
Gli «OTTO CAPITOLI»:
Introduzione – p. 3
Capitolo primo – Dell’anima dell’uomo e delle sue facoltà. – p. 9
Capitolo secondo – Delle ribellioni delle forze dell’anima e della conoscenza della parte in cui hanno sede virtù e difetti. – p. 19
Capitolo terzo – Delle malattie dell’anima. – p. 23
Capitolo quarto – Della cura delle malattie dell’anima. – p. 29
Capitolo quinto – Del modo di far convergere le facoltà dell’anima verso un Unico fine. – p. 45
Capitolo sesto – Della differenza fra l’uomo virtuoso e colui che sa dominare il proprio istinto. – p. 55
Capitolo settimo – Delle barriere e del loro significato. – p. 63
Capitolo ottavo – Del carattere naturale dell’uomo. – p. 71
BIBLIOGRAFIA ESSENZIALE – p. 93
INDICE DEI PASSI BIBLICI E TALMUDICI CITATI NEL TESTO. – p. 95

Primi Popoli D’ Europa

Autore/i: AA. VV.
Editore: All’Insegna del Giglio
pp. 304, ill. Prezzo: € 20,00

Proposte e riflessioni sulle origini della civiltà nell’Europa mediterranea.
Atti delle Riunioni di Palermo (14-16 ottobre 1994) e Baeza (Jaén) (18-20 dicembre 1995). A cura di Manuel Molinos e Andrea Zeffirero.
Organizzazione tematica di Arturo Ruiz Rodriguez, Maurizio Tosi e Sebastiano Susa.

Eredita’ Di Monneret De Villard A Milano (L’)

Autore/i: AA. VV.
Editore: All’Insegna del Giglio
A cura di Maria Grazia Sandri pp. 254, Firenze, ill. Prezzo: € 35,00

Atti del convegno (Milano, 27-29 novembre 2002) a cura di Maria Grazia Sandri.
Monneret De Villard, che ricoprì la prima cattedra di archeologia medievale a Milano, tra il 1912 e il 1917 riportò con ostinazione di appassionato indagatore di antichità, l’attenzione di colleghi ed intellettuali sui destini della fabbrica della basilica di San Lorenzo Maggiore a Milano, coinvolta pesantemente dal piano urbanistico del tempo.

Libro Completo Dell’ Astrologia Cinese (Il)

Le origini, i principi essenziali, le tecniche divinatorie
Autore/i: Walters Derek
Editore: Gremese
pp. 214, ill. Prezzo: € 16,00

Il volume si presenta come un punto di riferimento per quanti desiderino conoscere e approfondire lo studio dell’astrologia cinese sia sul piano pratico che sul piano culturale. Una prima parte prende in esame la formulazione stessa dell’astrologia in Cina, basata sull’osservazione astronomica; una sezione dedicata allo sviluppo storico di questa scienza introduce poi la parte dedicata alla divinazione, cioè il metodo per interpretare i presagi. Largo spazio è lasciato inoltre alla traduzione di brani tratti da opere scritte nel periodo aureo dell’astrologia cinese, allo scopo di evidenziare quella che era l’astrologia in Cina prima dell’influenza del mondo occidentale e di permettere al lettore di penetrare a fondo nella mentalità cinese.

Poemetto Alchemico

Con commento e note a cura di Davide
Autore/i: Anonimo
Editore: Terra Di Mezzo
pp. 262 Prezzo: € 16,00

Il presente testo contiene la riproduzione di un Manoscritto alchemico finora inedito.
Si tratta di un’opera scritta in versi rimati, che ci porta in un mondo misterioso ed affascinante, nel quale incontriamo la Terra ed il Cielo, la Fiamma e l’Oceano, la Morte e la Vita, lo Schiavo ed il Re.
Tale opera ben si inquadra in quella Tradizione che è stata chiamata “ermetica”, dal nome del Dio Ermete Trismegisto, cioè “tre volte grande”, che sarebbe stato il misterioso iniziatore di una segreta Scienza di trasformazione, la quale non avrebbe riguardato, come oggi si è abituati a credere, dei metalli materiali, bensì quei “Metalli” sottili che, nel linguaggio cifrato dei testi alchemici, costituiscono l’essere umano. Una trasformazione che avrebbe potuto condurre l’uomo da una condizione corrispondente al Piombo, ovvero di soggezione alla materia pesante, ad un modo d’essere coincidente con l’Oro, ossia alla reintegrazione in quello stato di reale e luminosa Consapevolezza, di eterna gioiosa Armonia, che secondo i miti caratterizzava coloro che vissero nell’Era primordiale, il mondo primigenio degli Dèi.
Il Manoscritto è accompagnato da una serie di annotazioni che forniscono un’interpretazione razionalmente intelligibile dei simboli e delle operazioni dell’Alchimia.
Le annotazioni sono il risultato di un lavoro di studio e di confronto puntuale con i più autorevoli studiosi di queste tematiche e con le fonti di altre tradizioni sapienziali, laddove si sono riscontrate indubbie convergenze.
Sono stati però analizzati e citati soprattutto i principali testi della stessa Tradizione Ermetica occidentale, messi a confronto con il Manoscritto.
Sono gli stessi Libri alchemici a consigliare la propria lettura assidua ed il confronto tra le varie fonti, poiché – essi dicono – il Messaggio è sempre lo stesso, ma quegli aspetti che in un testo sono espressi oscuramente, altrove sono descritti in forma esplicita.
Cosicché solo da uno studio comparato, di cui in questa sede sono fornite al lettore le basi, può forse derivare la comprensione.
Una comprensione che richiederebbe in ogni caso un’intuizione, un’illuminante ‘chiusura di contatto’ tra il simbolo e l’esperienza.
Un’intuizione sottile che forse potrebbe essere resa possibile dalla lettura vigile e sensibile dei meravigliosi e magici versi di quest’Opera poetica.
Davide Melzi, curatore e commentatore del Poemetto Alchemico, fu attratto sin da giovane dallo stile di vita e dalle concezioni sull’uomo e sul cosmo che erano proprie dei popoli arcaici.
Seguendo questa sua vocazione ha intrapreso studi di antropologia e di sciamanesimo, ma anche di quelle forme sapienziali che, come la tradizione ermetica, potrebbero aver conservato nel mondo storico l’eredità spirituale di età più antiche.
Dopo la laurea ha proseguito le sue ricerche, cercando di andare oltre il limite semplicemente tecnico ed accademico che di solito caratterizza gli studi di questo genere, e provando anche a sperimentare alcuni aspetti della via della conoscenza tradizionale.

La Letteratura delle Immagini nel Cinquecento

Autore/i: Savarese Gennaro; Gareffi Andrea
Editore: Bulzoni – Le Edizioni Uni
collana diretta da Walter Binni pp. 494 Prezzo: € 28,41

E’ noto che nel Cinquecento si ebbe una straordinaria produzione di imprese, emblemi, motti, alla quale contribuirono spesso letterati di prima grandezza, e che in parallelo alle teorie sulle arti figurative si sviluppò tutto un filone di repertori per soggetti di pitture e sculture. Questo fenomeno, però, risulterebbe superficiale e senza radici, come è spesso accaduto in passato anche a grossi nomi della critica letteraria, se non si tenesse conto delle condizioni culturali, religiose, sociali che determinavano quegli esiti più facilmente percepibili, e che concorrevano al costituirsi di una cultura delle immagini comune a filosofi e letterati, artisti e politici. La filosofia, soprattutto quella di stampo neoplatonico, esoterico, simbolico, lo studio sulla mitologia antica, che rinnovava miti arcaici con istanze culturali nuove e i fermenti religiosi, spesso eterodossi, presenti nella vita del Cinquecento, ebbero una parte assai più notevole di quanto a prima vista possa apparire nel condizionare la comune imagerie relativa al simbolismo di affetti e passioni, virtù e vizi, credenze religiose e ordini sociali.

Sogno della Croce (Il) – Cristo

Antichi Poemetti Anglosassoni riveduti nel testo con traduzione a fronte.
Autore/i: Cynewulf
Editore: Sansoni
Introduzione e note a cura di Aldo Ricci. pp. 205 Prezzo: € 15,00

INTRODUZIONE. – Pag. V
IL SOGNO DELLA CROCE:
Introduzione critica – p. 3
Testo e traduzione. – p. 7
CRISTO:
Introduzione critica. – p. 21
Testo e traduzione. – p. 31
NOTE:
Note all’ Introduzione – p. 149
Note al Sogno della Croce. – p. 156
Note al Cristo – p. 160
Appendice I – p. 197
Appendice II – p. 201
Nota bibliografica – p. 203

Erbario

Dialoghi sulle piante e i fiori Simbolici.
Autore/i: Cattabiani Alfredo
Editore: Rusconi Libri
pp. 238 Prezzo: € 12,00

Nel giardino rinascimentale di un’isola magica, al centro di un lago dell’Etruria, si riuniscono alcuni amici per evocare amabilmente ninfe e dèi remoti, virtù e vizi, metamorfosi e icone, leggende e simboli antichi e nuovi, celebrando la flora del luogo, dalle più umili pianticelle dell’orto ai più nobili fiori, come emblemi dei labirinti psichici e naturali. La zucca assume così le sembianze dell’Uovo su cui regna Brahma e da cui sorge il cosmo; il fico sotto il quale la lupa nutre Romolo e Remo diventa l’albero della scienza e l’albero della vita nel Paradiso Terrestre; il lauro, in cui fu cangiata Dafne amata invano da Apollo, evoca la musica divina che informa la sapienza e le arti.
Attorno alla rosa e all’aglio, al papavero e alla ninfea, al girasole e alla viola, e soprattutto attorno a ciò a cui essi alludono, Alfredo Cattabiani costruisce i giochi teatrali e i dialoghi barocchi di questo personalissimo Erbario, viaggio simbolico. tra favole e versi di poeti antichi e moderni i cui personaggi – discepoli di Ermete Trismegisto o di Carl Gustav Jung adombrano artisti e scrittori viventi. Ma il mistero di sapienza celato dai fiori e dalle erbe rimarrà, alla fine, inattingibile; ad esso infatti le parole scritte possono solo accennare perché, come insegna Platone, «ogni uomo serio si guarda bene dallo scrivere di cose serie per non gettarle in balia dell’avversario e all’incapacità di capire degli uomini».

Studi Bizantini

Studi Bizantini

Autore/i: Matthiae Guglielmo
Editore: Japadre
Monografie D’arte pp. 92 Prezzo: € 15

INDICE GENERALE
Pag. 7 INTRODUZIONE ALLA PITTURA BIZANTINA.
Limiti topografici e cronologici. La cultura figurativa delle origini bizantine: ellenismo e spiritualismo cristiano.
Pag.21 LA PRIMA FASE DELL’ARTE BIZANTINA.
I mosaici di Salonicco – La situazione teodosiana – La diffusione in Occidente.
Pag.39 RIFLESSI DEL GUSTO TARDOCOMNENO NELLA PITTURA ITALIANA.

Libro Completo Dei Fiori Di Bach (Il)

Autore/i: Nocentini Fabio; Peruzzi Maria Laura
Editore: Giunti Demetra
pp. 320, ill. Prezzo: € 14,90

La floriterapia di Bach spiegata in maniera semplice e dettagliata, in associazione con altre discipline olistiche che ne accrescono il potenziale terapeutico.

Come Attivare Il Proprio Potere Magico

Accendere la fiamma sacra
Autore/i: Ravenwolf Silver
Editore: Macro Edizioni
pp. 326 Prezzo: € 18,00

Vuoi fare della Stregoneria secondo l’antica pratica Wicca, perché ti aiuti e ti guidi nella vita di tutti i giorni?
Silver RavenWolf ti condurrà attraverso dozzine di pratiche spirituali e magiche che ti accresceranno nel Divino.
Vuoi sapere quanto può volare alta una Strega? Silver te lo spiegherà. Lei pratica l’Arte quotidianamente e ha testato ognuno degli incantesimi, degli esercizi, dei rituali e di tutto ciò che troverai in queste pagine per aiutarti a inserirti nella corrente di energia positiva dell’Universo.
Comincia studiando i dieci segreti per invocare il tuo potere personale e le leggi che regolano la religione Wicca: ipnosi magica – stati di trance e suggestioni – malie – pulizie spirituali e materiali della tua casa o di quella di altre persone – bandimenti di campi energetici negativi e benedizioni – rinnovamenti magici e armonizzazione dei luoghi di lavoro – santuari, templi – elementali – cerchi di guarigione – rituali solitari, per gruppi, famiglie e maestri – appendici sulla Luna e le candele magiche, le polveri incantate, le corrispondenze e molto altro. Rispolvera il tuo senso dell’avventura, salta sulla scopa e abbi fiducia nell’intuizione e nelle abilità di Silver per volare tanto alto quanto vuoi.
Con le pratiche spirituali e magiche, Silver RavenWolf può permetterti di ottenere una vita ricca e fortunata senza manipolare quella degli altri e imparando a influire magicamente e positivamente sugli eventi della tua vita.
Un testo veramente utile per entrare in contatto con la parte più profonda e magica di te e con la controparte che regola le Leggi dell’Esistenza.

L’Idea Di Città

Antropologia Della Forma Urbana Nel Mondo Antico
Autore/i: Rykwert Joseph
Editore: Adelphi
A cura di Giuseppe Scattone pp. XXVIII-306 Prezzo: € 30,00

A venticinque anni dalla sua prima pubblicazione, viene qui riproposto uno degli studi capitali di Joseph Rykwert, ormai divenuto un indispensabile punto di riferimento non solo per architetti e urbanisti, ma per chiunque abbia a che fare con la nozione di città. Di fronte alla desolante povertà del pensiero urbanistico contemporaneo, che ha irrimediabilmente smarrito la concezione della città come forma simbolica, Rykwert si interroga sul modello che gli abitanti elaborano e sognano. E attraverso l’analisi delle strutture architettoniche dell’urbe romana – le mura, le porte, il foro, i templi – giunge a individuare in quello che chiama «rito etrusco» il principio di una precisa e ricorrente configurazione, stabilita al momento stesso della fondazione: la morfologia del paesaggio urbano scaturisce cioè da una serie di miti e di credenze religiose che rispecchiano la visione del mondo di un’intera civiltà, e che la città tende a riprodurre simbolicamente per consentire a chi la abita di sentirsi pienamente inserito in un microcosmo sicuro e accogliente, con una collocazione certa all’interno dell’universo conosciuto. Miti e credenze che Rykwert collega, con accostamenti illuminanti, a fenomeni e testi di varie civiltà arcaiche – indiane, africane, amerindie –, dimostrando con straordinaria forza argomentativa come la città sia, prima che una realtà fisica organizzata sulla base di fattori sociali ed economici, una dimensione psicologica e una categoria antropologica.
L’idea di città è apparso per la prima volta nel 1963.

Caffeina Mon Amour

Letteratura e poesia araba classica sul caffè e altri stimolanti
Autore/i: Zanello Fabio
Editore: Coniglio Editore
pp. 64 Prezzo: € 5,00

Pochi sanno che il caffè che ogni giorno degustiamo è stato, nel mondo islamico classico, al centro di una disputa pari a quella sulle nostre sostanze stupefacenti, con tanto di scontri tra opposte fazioni. In questa rara operetta, per la prima volta tradotta integralmente nella nostra lingua, un colto letterato tira le fila del dibattito, tracciando, nello stesso tempo, i contorni della società araba antica. La storia del caffè si svolge lungo il racconto delle sue origini, delle controversie che si legano alle sue doti stimolanti, per poi allargarsi alle tipologie di consumatori e ai loro luoghi d’incontro, in sfumature variegate e pittoresche. A seguire poemetti su caffè e qat.

“Vieni a godere della compagnia del caffè nei luoghi dove ha dimora, perché la bontà divina cinge coloro che prendono parte al suo festino”
Fabio Zanello (Roma, 1963) si occupa di pubblicazioni di testi religiosi, raccogliendo materiale per lo più inedito, capace di colpire l’interesse del pubblico. Ha pubblicato Le nuove Brigate Rozze (Coniglio, 2006) e Osama per mille anni (Coniglio, 2007). Per la saggistica Hashish e Islam (Castelvecchi, 2003), Il cane di Maometto (Stampa Alternativa, 2005), Taoismo Segreto (Castelvecchi, 2005) Se non sei felice è tutta colpa tua. Il libretto dei proverbi tibetani (Stampa Alternativa, 2006), Discorsi Sufi. L’altro cuore dell’Islam (Stampa Alternativa, 2008).

Silenzio. Esperienza Mistica Della Presenza Di Dio

Autore/i: Canopi Anna M.
Editore: Edb
pp. 118 Prezzo: € 10,00

«Alla società del nostro tempo, sopraffatta dalle parole e dai rumori, una cosa sarebbe estremamente necessaria, la riscoperta del silenzio quale dimensione interiore e irrinunciabile dell’uomo. (…) Questa raccolta di spunti meditativi sul silenzio esce discretamente dal chiostro per farsi compagna di viaggio a quanti, esuli sulle strade del mondo, aspirano a raccogliersi nella “cella interiore” e ristorarsi alla vergine sorgente della Parola» (dalla Premessa).
La prima parte del volume propone, in certo qual modo, una scuola di formazione al silenzio. Segue poi un breve saggio su Romano Guardini, le cui parole hanno ancora oggi la forza della profezia. Nella seconda parte sono offerte suggestive evocazioni di quella ineffabile esperienza che è il silenzio contemplativo.
Un libro nato in un contesto di lectio divina, da non leggersi tutto di seguito, ma da ‘sorseggiare’ lungo il cammino, quando il passo si fa più stanco e il cuore più assetato.

Sommario

Premessa. Liturgia del silenzio nel cosmo. Il silenzio nella Regola di san Benedetto. Il silenzio nella sacra liturgia. Romano Guardini e la liturgia. Il canto del silenzio.

Note sull’autrice

Madre Anna Maria Cànopi è abbadessa dell’abbazia benedettina «Mater Ecclesiæ», da lei fondata nel 1973 sull’Isola San Giulio (Novara) su richiesta dell’allora vescovo di Novara, mons. A. Del Monte. Dal silenzio del chiostro, svolge il suo ministero di esperta guida spirituale, sia con il servizio di lectio divina, sia con numerose pubblicazioni di spiritualità biblica, monastica e liturgica (Paoline, Piemme, Elledici, Studium, La Scala). Presso le EDB ha pubblicato la Via crucis Sotto lo sguardo del Padre (2007). Collabora a varie riviste di spiritualità.

San Benedetto

e l’Italia del suo tempo.
Autore/i: Salvatorelli Luigi
Editore: Laterza
pp. 200 Prezzo: € 15,00

I. Teodorico a Roma – p.7
II. Italia religiosa – p.29
III. Benedetto eremita – p.49
IV. Benedetto abate – p.65
V. L’Esodo – p.76
VI. Montecassino – p.89
VII. La regola: Le istituzioni – p.113
VIII. La regola: Lo spirito – p.143
IX. Gli ultimi anni. – p.173
X. San Benedetto nella storia d’Italia – p.190

Miti Aztechi e Maya.

Letture di storia delle religioni.
Autore/i: Monaco Emanuela; Mecchia Aurelio
Editore: Bulzoni – Le Edizioni Uni
pp. 194 Prezzo: € 15,00

«Chi siamo?» è un’antica domanda della filosofia. E voleva dire: chi siamo noi uomini? Oggi che le risposte opinabili non interessano più, neppure più si formulano domande del genere. C’è un nuovo modo di porre scientificamente il problema. È il modo con cui lo pone questa collana che, nel chiedersi «Chi siamo», intende: chi siamo noi occidentali?
Ecco il senso e l’iter della nostra scelta. Volte le spalle alla filosofia, quel che resta sono le scienze naturali e le scienze storiche. Questa collana lascia alle scienze naturali l’«uomo naturale» (di cui parlava la filosofia), e si occupa esclusivamente dell’«uomo culturale»: che è poi l’oggetto specifico delle scienze storiche.
Nei limiti, ma anche nelle prospettive, di un’azione così precisata, pensiamo di raccogliere opere, comunque degne di lettura per i motivi più diversi, che riteniamo utili ai fini di una conoscenza della cultura occidentale, ossia proprio di quella cultura per cui mezzo esistiamo noi stessi che ci occupiamo di scienze storiche e che oggi proponiamo questa nuova collana. Infatti né le scienze storiche né una collana del genere sarebbero immaginabili in culture diverse dalla occidentale. Dimostrare quanto ciò sia vero è, del resto, uno dei compiti della collana.

Indice del volume

Introduzione
Prologo
Parte 1 – Cosmogonia e sacrificio, di Emanuela Monaco
1.1. Cosmogonia azteca.
1.2. Il sacrificio come strumento di creazione
1.3. Sacrfficio e divinità

Libreria ASEQ s.r.l. - Via dei Sediari, 10 - 00186 Roma - Tel. 06 6868400 - Partita IVA 08443041002