Libreria ASEQ - Via dei Sediari, 10 • 00186 Roma - Email: info@aseq.it - Tel. 06 6868400

Selezione di volumi Aseq Editrice

Didachè – Prima Lettera Di Clemente Ai Corinzi – A Diogneto

Autore/i: Anonimo; Clemente Romano
Editore: Città  Nuova
Introduzione di Dag Tessore; traduzione e note a cura di Antonio Quacquarelli pp. 94 Prezzo: € 4,50

I testi pubblicati in questo volume costituiscono vere e proprie pietre miliari della letteratura cristiana delle origini, sia per la loro importanza teologica e morale, sia per la loro antichità. La Didachè, in particolare, è tra gli scritti più antichi: l’Autore, anonimo, intende presentare l’insegnamento di Dio, rivelato nella Sacra Scrittura. Prima Lettera di Clemente Romano ai Corinzi, scritta intorno al 95-98 d.C. ed attribuita a papa Clemente, non è una lettera, ma un’omelia che ha conosciuto un’enorme diffusione nell’antichità. Il messaggio di fondo della Lettera è che bisogna essere «umili e senza vanagloria, volendo più obbedire che comandare». A Diogneto è uno scritto anonimo nel quale si traccia un profilo della mentalità cristiana e dei suoi princìpi basilari.

Dimostrazione Evangelica / 1

Autore/i: Eusebio Di Cesarea
Editore: Città  Nuova
Introduzione, traduzione e note di Franzo Migliore pp. 290 Prezzo: € 22,00

Composta intorno al 314-320 d.C., appartiene al gruppo delle opere apologetiche di Eusebio di Cesarea. Originariamente in venti libri, ci sono pervenuti per intero i primi dieci e alcuni frammenti del quindicesimo. L’intento dell’opera è quello di controbattere le accuse dei giudei, perciò Eusebio legge ed interpreta, in chiave cristologica, le profezie anticotestamentarie, cui riconosce un valore universale e che, come egli dimostra, si sono pienamente realizzate in Cristo. Il Cristianesimo non è pertanto una nuova forma di religione, ma la prima, sola, unica e vera forma, che attua pienamente la reale essenza del giudaismo come religione rivelata. Ricchissima di citazioni bibliche, l’opera rivela la grande capacità di Eusebio di muoversi con dimestichezza all’interno del testo sacro; in essa l’Autore riassume e completa tutti i temi e i motivi cui l’apologetica aveva fatto ricorso in passato. La novità vera dell’opera rispetto alla precedente apologetica è nell’aria nuova che in essa si respira, da cui traspare che la nuova religione non è più perseguitata e costretta a difendersi, come in precedenza, dagli attacchi che venivano dalle istituzioni, dai giudei e dai pagani.

A Diogneto

Autore/i: Anonimo
Editore: Esd
Sources Chrétiennes edizione italiana vol. 4. Introduzione, edizione critica e commento di Henri Marrou.Traduzione italiana di Maria Benedetta Artioli. pp. 294 Prezzo: € 28,00

I cristiani non hanno nessun segno distintivo rispetto agli altri uomini, di tutti condividono il lavoro, l’ambiente, le fatiche. Eppure, «ciò che è l’anima nel corpo, questo sono i cristiani nel mondo». Dopo una rapida contestazione del paganesimo e del giudaismo, piena di luoghi comuni, l’autore passa con agile slancio a ciò che realmente gli interessa: il mistero cristiano considerato in se stesso, nella Chiesa e nei singoli credenti. Ci lascia così brevi e incisivi capitoli, facili e densissimi allo stesso tempo, grazie a una elegantissima arte letteraria e a una conoscenza dottrinale ed esperienziale della vita in Cristo.

Chi è lo sconosciuto cristiano, raffinato ed efficace scrittore, che ci ha lasciato una simile descrizione, radicale, suggestiva e concreta della realtà cristiana? L’autore, la data esatta, il destinatario di questo breve testo sono stati un complicato rebus per gli studiosi. L’enigma permane. Tuttavia, lo studio magistrale di Henri Marrou offre al lettore il meglio delle ricerche fatte, insieme a notevoli intuizioni e risultati ai quali è personalmente pervenuto.

Palestina Cristiana (La)

I – VII secolo
Autore/i: Piccirillo Michele
Editore: Edb
pp. 226 Prezzo: € 23,00

L’opera traccia la storia della provincia romana di Palestina dalla fondazione nel 6 d.C. fino alla battaglia dello Yarmuk nel 636, quando i territori confluirono in una nuova entità imperiale di natura religiosa differente. È l’epoca della Palestina Cristiana.
Sono sette secoli determinanti nella storia del cristianesimo e di quella terra. I documenti portano a ricordare le lotte tra la popolazione giudaica e l’occupante romano, la persecuzione della comunità ebraica contro i membri della nascente comunità cristiana, i martiri cristiani della persecuzione romana; Gerusalemme ebraica viene distrutta e dopo 150 anni viene edificata la Gerusalemme venerata come ‘madre di tutte le Chiese’; i ‘luoghi santi’ diventano meta di pellegrinaggio, origine di venerazione e di liturgia; il deserto della santa città di Gerusalemme fiorisce di monachesimo e di santità.
I temi sviluppati nel volume sono quelli che ogni pellegrino di Terra Santa rivive ancora oggi con l’intensità scritta sulle pietre e nel paesaggio: il formarsi dei ‘luoghi santi’, della ‘terra santa’.
Lo storico ha attualmente a disposizione gli scavi archeologici di più di 300 chiese e di 100 sinagoghe in Terra Santa, in stragrande maggioranza costruite in epoca bizantina. Questa abbondanza di dati ha permesso al prof. Lee Levine dell’Università Ebraica di Gerusalemme di scrivere di un «diluvio di scoperte archeologiche», che sono alla base del volume di Piccirillo.

Sommario

Introduzione. 1. La comunità cristiana di Palestina da Gesù a Costantino (I-IV secolo). 2. Gerusalemme, la nuova Sion, la città dei cristiani. 4. Il deserto della santa città di Gerusalemme. 5. I luoghi santi. 6. Il periodo delle invasioni – L’inizio della fine di un’epoca. Bibliografia.

Note sull’autore

Michele Piccirillo (Casanova di Cerinola – CE 1944), francescano, archeologo della Custodia di Terra Santa, dal 1960 vive a Gerusalemme e nel Vicino Oriente. Dal 1974 è docente di storia e geografia biblica nello Studium Biblicum Franciscanum di Gerusalemme e direttore dell’annesso museo. Dirige la missione archeologica dello Studium Biblicum in Giordania sul Monte Nebo, a Umm al-Rasas e a Madaba, dove ha fondato la Madaba Mosaic School for Mosaic Restoration. Membro della Royal Asiatic Society in London e della Pontificia Accademia Romana di Archeologia, è consultore della Pontificia Commissione per i Beni Culturali della Chiesa. Tra le sue opere: Chiese e Mosaici di Madaba. Documentazione grafica a cura di E. Alliata, (SBF Collectio Maior 34), Jerusalem 1989; The Mosaics of Jordan. Edited by P. M. Bikai and T. A. Dailey, (ACOR Publications 1), Amman 1993; L’Arabia Cristiana, Milano 2002. Con E. Alliata ha pubblicato: Umm al-Rasas – Mayfa‘ah, I. Gli scavi del complesso di Santo Stefano, Jerusalem 1994; The Madaba Map Centenary (1897-1987). Travelling through the Byzantine-Umayyad Period, Amman 1998; Mount Nebo. New Archaeological Excavations (1967-1997), Jerusalem 1999. Ha curato: La Custodia di Terra Santa e l’Europa. I rapporti politici e l’attività culturale dei Francescani in Medio Oriente, Roma 1983; Registrum Equitum SSmi Sepulchri Domini Nostri Jesu Christi (1561-1848), Jerusalem 2006; con A. Spijkerman, The Coins of the Decapolis and Provincia Arabia with Historical and Geographical Introductions (SBF Collectio Maior 25), Jerusalem 1978.

Ianiculum – Gianicolo

Storia, topografia, monumenti e leggende del Gianicolo dall’antichità al Rinascimento
Autore/i: Steinby Eva Margareta
Editore: Institutum Romanum Finlandiae
Acta Instituti Romani Finlandiae vol. XVI In 4°, pp. XV + 259, num ill.e 2 tavv a col. Prezzo: € 50,00

SOMMARIO
EVA MARGARETA STEINBY
lnstitutum Romanum Finlandiae – 40 anni di attività

PARTE PRIMA
IANICULUM. TOPOGRAFIA E MONUMENTI
PAOLO LIVERANI
laniculum. Da Antipolis al mons laniculensis
FILIPPO COARELLI
Il Gianicolo nell’antichità. Tra mito e storia
LORENZO BIANCHI
L’estremità settentrionale del Gianicolo. Questioni di topografia antica e medioevale
JACQUELlNE CALZINI GYSENS
lllucus Furrinae e i culti del cosiddetto «santuario siriaco»
PARTE SECONDA
IANICULUM. CULTI, MITI, LEGGENDE E STORIA
BRUNO ZANNINI QUIRINI
laniculum. II luogo e la dimensione cronologica ad esso connessa nella tradizione romana
GIULIA PICCALUGA
“Sub laniculo arca inventa est” (Nepotian. 1.14). Perché proprio qui la tomba di Numa?
MALCOLM BELL, III
il canto del choreutes. Un bronzo greco dal Gianicolo Appendice. Una dedica ad Apollo dal Gianicolo
MARGHERITA CECCHELLI
Un monastero altomedievale a S. Pietro in Montorio
PARTE TERZA
GIANICOLO. CASINO TURINI – TOPOGRAFIA E ARCHITETTURA
FRITZ-EUGEN KELLER
Ricostruire l’antico. Ville rinascimentali su ville antiche
CHRISTOPH LUITPOLD FROMMEL
Giulio Romano e la progettazione di Villa Lante
CHRISTER BRUUN
Il fregio dorico di Villa Lante al Gianicolo. Un progetto sconosciuto di Giulio Romano?
ANTONELLA BUCCI
L’orto botanico del Gianicolo
J. RASMUS BRANDT
Roma Capitale e il Gianicolo. Progetti urbanistici nel cassetto
PARTE QUARTA
GIANICOLO. IL PROGRAMMA DECORATIVO DEL CASINO TURINI
CLAUDIA CONFORTI
Baldassarre Turini. Funzionario mediceo e committente di architettura
CHIARA PERONI
Funzionari e mecenati alla corte dei Medici nel Cinquecento
HENRIK LILIUS
Genius loci. I miti dell’antico Ianiculum nelle pitture e negli stucchi del Casino Turini
ALES·SANDRO VISCOGLIOSI
Roma – Toscana. Di qua e di là dal Tevere
FIORELLA SRICCHIA SANTORO
Villa Lante: la decorazione del salone. Problemi di attribuzione
ACHIMGNANN
Zur Beteiligung des Polidoro da Caravaggio an der Ausmalung des Salone
der Villa Lante

Quetzalcoatl

Saggi Sulla Religione Azteca.
Autore/i: Monaco Emanuela
Editore: Bulzoni – Le Edizioni Uni
pp. 244 Prezzo: € 20,00

«Chi siamo?» è un’antica domanda della filosofia. E voleva dire: chi siamo noi uomini? Oggi che le risposte opinabili non interessano più, neppure più si formulano domande del genere. C’è un nuovo modo di porre scientificamente il problema. È il modo con cui lo pone questa collana che, nel chiedersi «Chi siamo», intende: chi siamo noi occidentali?
Ecco il senso e l’iter della nostra scelta. Volte le spalle alla filosofia, quel che resta sono le scienze naturali e le scienze storiche. Questa collana lascia alle scienze naturali l’«uomo naturale» (di cui parlava la filosofia), e si occupa esclusivamente dell’«uomo culturale» che è poi l’oggetto’specifico delle scienze storiche.
Nei limiti, ma anche nelle prospettive, di un’azione così precisata, pensiamo di raccogliere opere, comunque degne di lettura per i motivi più diversi, che riteniamo utili ai fini di una conoscenza della cultura occidentale, ossia proprio di quella cultura per cui mezzo esistiamo noi stessi che ci occupiamo di scienze storiche e che oggi proponiamo questa nuova collana. Infatti né le scienze storiche né una collana del genere sarebbero immaginabili in culture diverse dalla occidentale. Dimostrare quanto ciò sia vero è, del resto, uno dei compiti della collana.

Avvenire non è un Mistero (L’)

Trattato aggiornato di astrologia scientifica. Compendio astronomico.
Autore/i: Brunini Angelo
Editore: Edito in proprio
pp. 528 Prezzo: € 30,00

L’idea del libro è nata dal desiderio di volgarizzare una materia di cui molto si parla, ma in verità poco conosciuta e poco sviluppata, malgrado la sua vetustà.
A stendere questa faticosa opera mi ha altresì invogliato la convinzione di rendere cosa utile all’umanità; in quanto, riuscendo a dimostrare (almeno spero) che, sia nel bene come nel male, sussiste un determinismo che esula dalla nostra volontà, tendo a creare nella coscienza di ognuno la convinzione che al di sopra dell’io imperante in verità si trova una forza agente la quale, nostro malgrado, spessissimo ci guida sulla strada impervia del destino; forza agente da molti in tutti i tempi scambiata per provvidenza divina o castigo divino, mentre la sua provenienza è cosmica. Va da sé che la constatazione di quanto valiamo e cioè che il nostro destino dipende per lo più da influssi cosmici, dovrebbe produrre il benefico effetto di smontare l’uomo dalla sua posizione di superuomo e di renderlo migliore: più trattabile, più fraterno, più comprensivo verso le debolezze e le necessità del prossimo.
Ancora altre ragioni d’ordine sociale mi hanno incoraggiato a stendere quest’opera: il desiderio di aiutare la Giustizia nella ricerca della verità e di illuminarla nell’ istante in cui emette i propri verdetti (nel caso di processi indiziari, sarebbe così semplice stabilire la verità!); l’utilità di porre a disposizione della medicina e soprattutto della psichiatria un materiale che faciliti la diagnosi dei pazienti; il desiderio di aiutare gli educatori ed i genitori a comprendere e professionalmente indirizzare i giovani d’oggi e di domani; la necessità di dare ad un ognuno la possibilità di muoversi con sicurezza nell’intricato labirinto della nostra società, di agire al momento giusto, di chiarire i propri dubbi e le proprie incertezze, di conoscersi nella psiche e nelle proprie tendenze patologiche per potersi controllare ed anche curare, di scegliersi il compagno della vita od il socio senza la paura di doverlo ripudiare alla prima occasione, di sperare ancora quando tutto lascerebbe supporre che sarebbe inutile.
Prima di chiudere questa nota mi curo di chiarire che il determinismo di cui sopra non scagiona l’uomo, a mio parere, dalle sue cattive azioni, in quanto egli è stato fornito della nozione del bene e del male; tuttavia, certo, ne attenua le sue responsabilità, almeno in tutti quei casi ove la sua volontà nou risulti fattore determinante di un dato misfatto attribuitogli. L’azione fisica non annulla la capacità d’intendere, per quanto inevitabilmellle tenda ad esercitarsi sulle manifestazioni psichiche e caratteriologiche del soggetto e spesso sulla sua volontà.
Mi curo altresì di chiarire che se al lettore può sembrare ch’io confonda l’influsso cosmico con Dio, in verità sono due cose ben distinte: l’influsso cosmico appartiene al campo fisico, mentre Dio mi risulta un’ entità spirituale ad altissimo livello di potenza, artefice primo sia della creazione degli stessi corpi celesti che delle moltiplicità degli esseri e delle specie.
Ho cercato d’esporre la materia in modo chiaro il più possibile onde renderla accessibile a tutti; se ci sono riuscito, sarà questa la mia migliore soddisfazione. Il lettore vedrà via via snodarsi la strada che, dalle nozioni più elementari, lo inoltrerà a farsi delle previsioni annuali, mensili e giornaliere ed a calcolarsi moltissimi fatti della propria vita con precisione assoluta.
Al resto ho impresso la mia originalità d’indagatore profondo dei fenomeni naturali e della psiche umana. All’ astrologia tradizionale invero misera, ho aggiunto il frutto di nove anni di ricerche e di scoperte: spero che il lettore e soprattutto lo studioso saprà apprezzarle.

“Otto Capitoli” (Gli)

Autore/i: Maimonide Moisè
Editore: Carucci
prefazione, traduzione e note a cura di Giuseppe Laras, pp. 96 Prezzo: € 16,00

PREFAZIONE (Giuseppe Laras) – p. xiii
Gli «OTTO CAPITOLI»:
Introduzione – p. 3
Capitolo primo – Dell’anima dell’uomo e delle sue facoltà. – p. 9
Capitolo secondo – Delle ribellioni delle forze dell’anima e della conoscenza della parte in cui hanno sede virtù e difetti. – p. 19
Capitolo terzo – Delle malattie dell’anima. – p. 23
Capitolo quarto – Della cura delle malattie dell’anima. – p. 29
Capitolo quinto – Del modo di far convergere le facoltà dell’anima verso un Unico fine. – p. 45
Capitolo sesto – Della differenza fra l’uomo virtuoso e colui che sa dominare il proprio istinto. – p. 55
Capitolo settimo – Delle barriere e del loro significato. – p. 63
Capitolo ottavo – Del carattere naturale dell’uomo. – p. 71
BIBLIOGRAFIA ESSENZIALE – p. 93
INDICE DEI PASSI BIBLICI E TALMUDICI CITATI NEL TESTO. – p. 95

Primi Popoli D’ Europa

Autore/i: AA. VV.
Editore: All’Insegna del Giglio
pp. 304, ill. Prezzo: € 20,00

Proposte e riflessioni sulle origini della civiltà nell’Europa mediterranea.
Atti delle Riunioni di Palermo (14-16 ottobre 1994) e Baeza (Jaén) (18-20 dicembre 1995). A cura di Manuel Molinos e Andrea Zeffirero.
Organizzazione tematica di Arturo Ruiz Rodriguez, Maurizio Tosi e Sebastiano Susa.

Eredita’ Di Monneret De Villard A Milano (L’)

Autore/i: AA. VV.
Editore: All’Insegna del Giglio
A cura di Maria Grazia Sandri pp. 254, Firenze, ill. Prezzo: € 35,00

Atti del convegno (Milano, 27-29 novembre 2002) a cura di Maria Grazia Sandri.
Monneret De Villard, che ricoprì la prima cattedra di archeologia medievale a Milano, tra il 1912 e il 1917 riportò con ostinazione di appassionato indagatore di antichità, l’attenzione di colleghi ed intellettuali sui destini della fabbrica della basilica di San Lorenzo Maggiore a Milano, coinvolta pesantemente dal piano urbanistico del tempo.

Libro Completo Dell’ Astrologia Cinese (Il)

Le origini, i principi essenziali, le tecniche divinatorie
Autore/i: Walters Derek
Editore: Gremese
pp. 214, ill. Prezzo: € 16,00

Il volume si presenta come un punto di riferimento per quanti desiderino conoscere e approfondire lo studio dell’astrologia cinese sia sul piano pratico che sul piano culturale. Una prima parte prende in esame la formulazione stessa dell’astrologia in Cina, basata sull’osservazione astronomica; una sezione dedicata allo sviluppo storico di questa scienza introduce poi la parte dedicata alla divinazione, cioè il metodo per interpretare i presagi. Largo spazio è lasciato inoltre alla traduzione di brani tratti da opere scritte nel periodo aureo dell’astrologia cinese, allo scopo di evidenziare quella che era l’astrologia in Cina prima dell’influenza del mondo occidentale e di permettere al lettore di penetrare a fondo nella mentalità cinese.

Poemetto Alchemico

Con commento e note a cura di Davide
Autore/i: Anonimo
Editore: Terra Di Mezzo
pp. 262 Prezzo: € 16,00

Il presente testo contiene la riproduzione di un Manoscritto alchemico finora inedito.
Si tratta di un’opera scritta in versi rimati, che ci porta in un mondo misterioso ed affascinante, nel quale incontriamo la Terra ed il Cielo, la Fiamma e l’Oceano, la Morte e la Vita, lo Schiavo ed il Re.
Tale opera ben si inquadra in quella Tradizione che è stata chiamata “ermetica”, dal nome del Dio Ermete Trismegisto, cioè “tre volte grande”, che sarebbe stato il misterioso iniziatore di una segreta Scienza di trasformazione, la quale non avrebbe riguardato, come oggi si è abituati a credere, dei metalli materiali, bensì quei “Metalli” sottili che, nel linguaggio cifrato dei testi alchemici, costituiscono l’essere umano. Una trasformazione che avrebbe potuto condurre l’uomo da una condizione corrispondente al Piombo, ovvero di soggezione alla materia pesante, ad un modo d’essere coincidente con l’Oro, ossia alla reintegrazione in quello stato di reale e luminosa Consapevolezza, di eterna gioiosa Armonia, che secondo i miti caratterizzava coloro che vissero nell’Era primordiale, il mondo primigenio degli Dèi.
Il Manoscritto è accompagnato da una serie di annotazioni che forniscono un’interpretazione razionalmente intelligibile dei simboli e delle operazioni dell’Alchimia.
Le annotazioni sono il risultato di un lavoro di studio e di confronto puntuale con i più autorevoli studiosi di queste tematiche e con le fonti di altre tradizioni sapienziali, laddove si sono riscontrate indubbie convergenze.
Sono stati però analizzati e citati soprattutto i principali testi della stessa Tradizione Ermetica occidentale, messi a confronto con il Manoscritto.
Sono gli stessi Libri alchemici a consigliare la propria lettura assidua ed il confronto tra le varie fonti, poiché – essi dicono – il Messaggio è sempre lo stesso, ma quegli aspetti che in un testo sono espressi oscuramente, altrove sono descritti in forma esplicita.
Cosicché solo da uno studio comparato, di cui in questa sede sono fornite al lettore le basi, può forse derivare la comprensione.
Una comprensione che richiederebbe in ogni caso un’intuizione, un’illuminante ‘chiusura di contatto’ tra il simbolo e l’esperienza.
Un’intuizione sottile che forse potrebbe essere resa possibile dalla lettura vigile e sensibile dei meravigliosi e magici versi di quest’Opera poetica.
Davide Melzi, curatore e commentatore del Poemetto Alchemico, fu attratto sin da giovane dallo stile di vita e dalle concezioni sull’uomo e sul cosmo che erano proprie dei popoli arcaici.
Seguendo questa sua vocazione ha intrapreso studi di antropologia e di sciamanesimo, ma anche di quelle forme sapienziali che, come la tradizione ermetica, potrebbero aver conservato nel mondo storico l’eredità spirituale di età più antiche.
Dopo la laurea ha proseguito le sue ricerche, cercando di andare oltre il limite semplicemente tecnico ed accademico che di solito caratterizza gli studi di questo genere, e provando anche a sperimentare alcuni aspetti della via della conoscenza tradizionale.

La Letteratura delle Immagini nel Cinquecento

Autore/i: Savarese Gennaro; Gareffi Andrea
Editore: Bulzoni – Le Edizioni Uni
collana diretta da Walter Binni pp. 494 Prezzo: € 28,41

E’ noto che nel Cinquecento si ebbe una straordinaria produzione di imprese, emblemi, motti, alla quale contribuirono spesso letterati di prima grandezza, e che in parallelo alle teorie sulle arti figurative si sviluppò tutto un filone di repertori per soggetti di pitture e sculture. Questo fenomeno, però, risulterebbe superficiale e senza radici, come è spesso accaduto in passato anche a grossi nomi della critica letteraria, se non si tenesse conto delle condizioni culturali, religiose, sociali che determinavano quegli esiti più facilmente percepibili, e che concorrevano al costituirsi di una cultura delle immagini comune a filosofi e letterati, artisti e politici. La filosofia, soprattutto quella di stampo neoplatonico, esoterico, simbolico, lo studio sulla mitologia antica, che rinnovava miti arcaici con istanze culturali nuove e i fermenti religiosi, spesso eterodossi, presenti nella vita del Cinquecento, ebbero una parte assai più notevole di quanto a prima vista possa apparire nel condizionare la comune imagerie relativa al simbolismo di affetti e passioni, virtù e vizi, credenze religiose e ordini sociali.

Sogno della Croce (Il) – Cristo

Antichi Poemetti Anglosassoni riveduti nel testo con traduzione a fronte.
Autore/i: Cynewulf
Editore: Sansoni
Introduzione e note a cura di Aldo Ricci. pp. 205 Prezzo: € 15,00

INTRODUZIONE. – Pag. V
IL SOGNO DELLA CROCE:
Introduzione critica – p. 3
Testo e traduzione. – p. 7
CRISTO:
Introduzione critica. – p. 21
Testo e traduzione. – p. 31
NOTE:
Note all’ Introduzione – p. 149
Note al Sogno della Croce. – p. 156
Note al Cristo – p. 160
Appendice I – p. 197
Appendice II – p. 201
Nota bibliografica – p. 203

Erbario

Dialoghi sulle piante e i fiori Simbolici.
Autore/i: Cattabiani Alfredo
Editore: Rusconi Libri
pp. 238 Prezzo: € 12,00

Nel giardino rinascimentale di un’isola magica, al centro di un lago dell’Etruria, si riuniscono alcuni amici per evocare amabilmente ninfe e dèi remoti, virtù e vizi, metamorfosi e icone, leggende e simboli antichi e nuovi, celebrando la flora del luogo, dalle più umili pianticelle dell’orto ai più nobili fiori, come emblemi dei labirinti psichici e naturali. La zucca assume così le sembianze dell’Uovo su cui regna Brahma e da cui sorge il cosmo; il fico sotto il quale la lupa nutre Romolo e Remo diventa l’albero della scienza e l’albero della vita nel Paradiso Terrestre; il lauro, in cui fu cangiata Dafne amata invano da Apollo, evoca la musica divina che informa la sapienza e le arti.
Attorno alla rosa e all’aglio, al papavero e alla ninfea, al girasole e alla viola, e soprattutto attorno a ciò a cui essi alludono, Alfredo Cattabiani costruisce i giochi teatrali e i dialoghi barocchi di questo personalissimo Erbario, viaggio simbolico. tra favole e versi di poeti antichi e moderni i cui personaggi – discepoli di Ermete Trismegisto o di Carl Gustav Jung adombrano artisti e scrittori viventi. Ma il mistero di sapienza celato dai fiori e dalle erbe rimarrà, alla fine, inattingibile; ad esso infatti le parole scritte possono solo accennare perché, come insegna Platone, «ogni uomo serio si guarda bene dallo scrivere di cose serie per non gettarle in balia dell’avversario e all’incapacità di capire degli uomini».

Studi Bizantini

Studi Bizantini

Autore/i: Matthiae Guglielmo
Editore: Japadre
Monografie D’arte pp. 92 Prezzo: € 15

INDICE GENERALE
Pag. 7 INTRODUZIONE ALLA PITTURA BIZANTINA.
Limiti topografici e cronologici. La cultura figurativa delle origini bizantine: ellenismo e spiritualismo cristiano.
Pag.21 LA PRIMA FASE DELL’ARTE BIZANTINA.
I mosaici di Salonicco – La situazione teodosiana – La diffusione in Occidente.
Pag.39 RIFLESSI DEL GUSTO TARDOCOMNENO NELLA PITTURA ITALIANA.

Libro Completo Dei Fiori Di Bach (Il)

Autore/i: Nocentini Fabio; Peruzzi Maria Laura
Editore: Giunti Demetra
pp. 320, ill. Prezzo: € 14,90

La floriterapia di Bach spiegata in maniera semplice e dettagliata, in associazione con altre discipline olistiche che ne accrescono il potenziale terapeutico.

Come Attivare Il Proprio Potere Magico

Accendere la fiamma sacra
Autore/i: Ravenwolf Silver
Editore: Macro Edizioni
pp. 326 Prezzo: € 18,00

Vuoi fare della Stregoneria secondo l’antica pratica Wicca, perché ti aiuti e ti guidi nella vita di tutti i giorni?
Silver RavenWolf ti condurrà attraverso dozzine di pratiche spirituali e magiche che ti accresceranno nel Divino.
Vuoi sapere quanto può volare alta una Strega? Silver te lo spiegherà. Lei pratica l’Arte quotidianamente e ha testato ognuno degli incantesimi, degli esercizi, dei rituali e di tutto ciò che troverai in queste pagine per aiutarti a inserirti nella corrente di energia positiva dell’Universo.
Comincia studiando i dieci segreti per invocare il tuo potere personale e le leggi che regolano la religione Wicca: ipnosi magica – stati di trance e suggestioni – malie – pulizie spirituali e materiali della tua casa o di quella di altre persone – bandimenti di campi energetici negativi e benedizioni – rinnovamenti magici e armonizzazione dei luoghi di lavoro – santuari, templi – elementali – cerchi di guarigione – rituali solitari, per gruppi, famiglie e maestri – appendici sulla Luna e le candele magiche, le polveri incantate, le corrispondenze e molto altro. Rispolvera il tuo senso dell’avventura, salta sulla scopa e abbi fiducia nell’intuizione e nelle abilità di Silver per volare tanto alto quanto vuoi.
Con le pratiche spirituali e magiche, Silver RavenWolf può permetterti di ottenere una vita ricca e fortunata senza manipolare quella degli altri e imparando a influire magicamente e positivamente sugli eventi della tua vita.
Un testo veramente utile per entrare in contatto con la parte più profonda e magica di te e con la controparte che regola le Leggi dell’Esistenza.

L’Idea Di Città

Antropologia Della Forma Urbana Nel Mondo Antico
Autore/i: Rykwert Joseph
Editore: Adelphi
A cura di Giuseppe Scattone pp. XXVIII-306 Prezzo: € 30,00

A venticinque anni dalla sua prima pubblicazione, viene qui riproposto uno degli studi capitali di Joseph Rykwert, ormai divenuto un indispensabile punto di riferimento non solo per architetti e urbanisti, ma per chiunque abbia a che fare con la nozione di città. Di fronte alla desolante povertà del pensiero urbanistico contemporaneo, che ha irrimediabilmente smarrito la concezione della città come forma simbolica, Rykwert si interroga sul modello che gli abitanti elaborano e sognano. E attraverso l’analisi delle strutture architettoniche dell’urbe romana – le mura, le porte, il foro, i templi – giunge a individuare in quello che chiama «rito etrusco» il principio di una precisa e ricorrente configurazione, stabilita al momento stesso della fondazione: la morfologia del paesaggio urbano scaturisce cioè da una serie di miti e di credenze religiose che rispecchiano la visione del mondo di un’intera civiltà, e che la città tende a riprodurre simbolicamente per consentire a chi la abita di sentirsi pienamente inserito in un microcosmo sicuro e accogliente, con una collocazione certa all’interno dell’universo conosciuto. Miti e credenze che Rykwert collega, con accostamenti illuminanti, a fenomeni e testi di varie civiltà arcaiche – indiane, africane, amerindie –, dimostrando con straordinaria forza argomentativa come la città sia, prima che una realtà fisica organizzata sulla base di fattori sociali ed economici, una dimensione psicologica e una categoria antropologica.
L’idea di città è apparso per la prima volta nel 1963.

Caffeina Mon Amour

Letteratura e poesia araba classica sul caffè e altri stimolanti
Autore/i: Zanello Fabio
Editore: Coniglio Editore
pp. 64 Prezzo: € 5,00

Pochi sanno che il caffè che ogni giorno degustiamo è stato, nel mondo islamico classico, al centro di una disputa pari a quella sulle nostre sostanze stupefacenti, con tanto di scontri tra opposte fazioni. In questa rara operetta, per la prima volta tradotta integralmente nella nostra lingua, un colto letterato tira le fila del dibattito, tracciando, nello stesso tempo, i contorni della società araba antica. La storia del caffè si svolge lungo il racconto delle sue origini, delle controversie che si legano alle sue doti stimolanti, per poi allargarsi alle tipologie di consumatori e ai loro luoghi d’incontro, in sfumature variegate e pittoresche. A seguire poemetti su caffè e qat.

“Vieni a godere della compagnia del caffè nei luoghi dove ha dimora, perché la bontà divina cinge coloro che prendono parte al suo festino”
Fabio Zanello (Roma, 1963) si occupa di pubblicazioni di testi religiosi, raccogliendo materiale per lo più inedito, capace di colpire l’interesse del pubblico. Ha pubblicato Le nuove Brigate Rozze (Coniglio, 2006) e Osama per mille anni (Coniglio, 2007). Per la saggistica Hashish e Islam (Castelvecchi, 2003), Il cane di Maometto (Stampa Alternativa, 2005), Taoismo Segreto (Castelvecchi, 2005) Se non sei felice è tutta colpa tua. Il libretto dei proverbi tibetani (Stampa Alternativa, 2006), Discorsi Sufi. L’altro cuore dell’Islam (Stampa Alternativa, 2008).

Silenzio. Esperienza Mistica Della Presenza Di Dio

Autore/i: Canopi Anna M.
Editore: Edb
pp. 118 Prezzo: € 10,00

«Alla società del nostro tempo, sopraffatta dalle parole e dai rumori, una cosa sarebbe estremamente necessaria, la riscoperta del silenzio quale dimensione interiore e irrinunciabile dell’uomo. (…) Questa raccolta di spunti meditativi sul silenzio esce discretamente dal chiostro per farsi compagna di viaggio a quanti, esuli sulle strade del mondo, aspirano a raccogliersi nella “cella interiore” e ristorarsi alla vergine sorgente della Parola» (dalla Premessa).
La prima parte del volume propone, in certo qual modo, una scuola di formazione al silenzio. Segue poi un breve saggio su Romano Guardini, le cui parole hanno ancora oggi la forza della profezia. Nella seconda parte sono offerte suggestive evocazioni di quella ineffabile esperienza che è il silenzio contemplativo.
Un libro nato in un contesto di lectio divina, da non leggersi tutto di seguito, ma da ‘sorseggiare’ lungo il cammino, quando il passo si fa più stanco e il cuore più assetato.

Sommario

Premessa. Liturgia del silenzio nel cosmo. Il silenzio nella Regola di san Benedetto. Il silenzio nella sacra liturgia. Romano Guardini e la liturgia. Il canto del silenzio.

Note sull’autrice

Madre Anna Maria Cànopi è abbadessa dell’abbazia benedettina «Mater Ecclesiæ», da lei fondata nel 1973 sull’Isola San Giulio (Novara) su richiesta dell’allora vescovo di Novara, mons. A. Del Monte. Dal silenzio del chiostro, svolge il suo ministero di esperta guida spirituale, sia con il servizio di lectio divina, sia con numerose pubblicazioni di spiritualità biblica, monastica e liturgica (Paoline, Piemme, Elledici, Studium, La Scala). Presso le EDB ha pubblicato la Via crucis Sotto lo sguardo del Padre (2007). Collabora a varie riviste di spiritualità.

San Benedetto

e l’Italia del suo tempo.
Autore/i: Salvatorelli Luigi
Editore: Laterza
pp. 200 Prezzo: € 15,00

I. Teodorico a Roma – p.7
II. Italia religiosa – p.29
III. Benedetto eremita – p.49
IV. Benedetto abate – p.65
V. L’Esodo – p.76
VI. Montecassino – p.89
VII. La regola: Le istituzioni – p.113
VIII. La regola: Lo spirito – p.143
IX. Gli ultimi anni. – p.173
X. San Benedetto nella storia d’Italia – p.190

Miti Aztechi e Maya.

Letture di storia delle religioni.
Autore/i: Monaco Emanuela; Mecchia Aurelio
Editore: Bulzoni – Le Edizioni Uni
pp. 194 Prezzo: € 15,00

«Chi siamo?» è un’antica domanda della filosofia. E voleva dire: chi siamo noi uomini? Oggi che le risposte opinabili non interessano più, neppure più si formulano domande del genere. C’è un nuovo modo di porre scientificamente il problema. È il modo con cui lo pone questa collana che, nel chiedersi «Chi siamo», intende: chi siamo noi occidentali?
Ecco il senso e l’iter della nostra scelta. Volte le spalle alla filosofia, quel che resta sono le scienze naturali e le scienze storiche. Questa collana lascia alle scienze naturali l’«uomo naturale» (di cui parlava la filosofia), e si occupa esclusivamente dell’«uomo culturale»: che è poi l’oggetto specifico delle scienze storiche.
Nei limiti, ma anche nelle prospettive, di un’azione così precisata, pensiamo di raccogliere opere, comunque degne di lettura per i motivi più diversi, che riteniamo utili ai fini di una conoscenza della cultura occidentale, ossia proprio di quella cultura per cui mezzo esistiamo noi stessi che ci occupiamo di scienze storiche e che oggi proponiamo questa nuova collana. Infatti né le scienze storiche né una collana del genere sarebbero immaginabili in culture diverse dalla occidentale. Dimostrare quanto ciò sia vero è, del resto, uno dei compiti della collana.

Indice del volume

Introduzione
Prologo
Parte 1 – Cosmogonia e sacrificio, di Emanuela Monaco
1.1. Cosmogonia azteca.
1.2. Il sacrificio come strumento di creazione
1.3. Sacrfficio e divinità

Teatro Giapponese (Il)

Dal Rituale Sciamanico Alla Scena Contemporanea.
Autore/i: Ortolani Benito; D’Orazi M. P. (Cur.)
Editore: Bulzoni – Le Edizioni Uni
pp. 472 Prezzo: € 37,00

Indice
PERIODI DELLA STORIA GIAPPONESE

Le origini
Periodo Jōmon (fino al 250 a. C.) ▪ Periodo Yayoi (intorno al 250a.C.-300 d.C.) ▪ Periodo Kofun (300 d.C.-710 d.C.) ▪ Kojiki e Nihongi (Ottavo secolo) ▪ La trance di Uzume ▪ La pantomima di Umisachi ▪ Utagaki ▪ “Indigeno” contro “Importato”

KAGURA
Il termine kagura ▪ L’uso del nome kagura ▪ Divisione del kagura ▪ Mikagura ▪ Satokagura

GIGAKU
Introduzione ▪ Storia ▪ Contenuti e stile ▪ La discussione sulle origini ▪ Sopravvivenza del gigaku

BUGAKU
Introduzione ▪ Le parole bugaku e gagaku ▪ Storia del gagaku e del bugaku ▪ Divisione del bugaku ▪ Profilo storico delle danze bugaku ▪ Costumi bugaku ▪ Maschere bugaku ▪ Materiali scenici del bugaku ▪ Strumenti musicali ▪ Il palcoscenico bugaku

LE ARTI SCENICHE DAL NONO AL TREDICESIMO SECOLO
Le parole nō, kyōgen, nōgaku ▪ Le tradizioni sangaku e sa ruga ku ▪ Le parole sangaku e sarugaku ▪ Relazione fra sangaku e sa ruga ku ▪ Lo spettacolo sbin sarugaku del periodo Heian ▪ Il sarugaku shushi ▪ L’Okina sarugaku ▪ La tradizione furyū ▪ La tradizione ennen ▪ La tradizione dengaku ▪ La tradizione sbugen ▪ Kusemai, shirabyōshi, ko-uta e rambu ▪ Posizione sociale degli attori

NŌGAKU
Teorie sulle origini del nō ▪ Storia del nōgaku ▪ La tradizione segreta del nō di Zeami ▪ I concetti fondamentali dell’estetica di Zeami ▪ Le teorie del nō di Zenchiku ▪ I drammi nō ▪ Lo spettacolo nō ▪ Il palcoscenico nō ▪ Costumi, attrezzeria e maschere ▪ Kyōgen: una nuova prospettiva ▪ Le teorie di Okura Toraaki ▪ Classificazione dei drammi kyōgen ▪ Lo spettacolo kyōgen ▪ Teatro nelle scuole dei missionari gesuiti

KABUKI
Lo sfondo culturale del kabuki e del jōruri ▪ Uno sguardo complessivo alla storia del kabuki ▪ Lo spettacolo kabuki ▪ Costumi e trucco ▪ Edifici teatrali, palcoscenico e scenografia ▪ Drammaturghi kabuki e jōruri ▪ Kabuki jūhachiban ▪ Geidan: le memorie degli attori

IL TEATRO DEI BURATTINI
Le parole jōrurie bunraku ▪ Storia del jōruri ▪ Il bunraku dopo la restaurazione MeIji ▪ II palcoscenico ▪ Estetica del bunraku

IL TEATRO MODERNO: SHIMPA
Le origini del movimento shimpa: Sudō Sadanori ▪ Kawakami Otojirō ▪ Seibikan e altre compagnie ▪ L’età aurea dello shimpa ▪ La decadenza dello shimpa ▪ Lo shimpa dalla seconda guerra mondiale

SHINGRKI: IL NUOVO DRAMMA
Il periodo dei drammi-esperimento (1906-1913) ▪ II periodo della commercializzazione (1914-1923) ▪ I primi anni di vita del movimento del Piccolo Teatro Tsuklji (1924-1927) ▪ I drammi della propaganda di sinistra (1928-1932) ▪ iI periodo artistico (1933-1940) ▪ Lo shingeki dopo la seconda guerra mondiale ▪ II movimento teatrale underground (1960-1985)

LA MUSICA MODERNA E IL TEATRO DANZA
L’Opera ▪ La compagnia di rivista Takarazuka ▪ Rivista, operetta, intrattenimenti vari ▪ il butō e II fenomeno della circolarità

STORIA DELLA RICERCA OCCIDENTALE SUL TEATRO GIAPPONESE
Dalla metà del sedicesimo secolo alla metà del diciannovesimo ▪ Dalla metà del diciannovesimo secolo allo Shōwa ▪ Il periodo Shō fino alla fine della seconda guerra mondiale ▪ Dalla fine della seconda guerra mondiale ad oggi ▪ Contributi giapponesi in lingue occidentali
Postfazione di Maria Pia D’Orazi ▪ Glossario ▪ Bibliografia ▪ Indice dei nomi ▪ Illustrazioni

Giappone E La Sua Storia (Il)

Autore/i: Corradini Piero
Editore: Bulzoni – Le Edizioni Uni
pp. 512 Prezzo: € 29,00

Questo libro nasce dall’esperienza dell’insegnamento universitario ed è rivolto principalmente a quegli studenti che, nei corsi di Lettere, Lingue, Scienze Politiche, Economia e Commercio, intraprendono lo studio del giapponese e debbono sostenere esami sulla storia del paese oggetto dei loro studi.
L’impostazione eurocentrica degli studi storici nelle nostre scuole secondarie fa sì che gli studenti giungano all’università pressoché digiuni delle vicende, dei costumi e del pensiero dei paesi dell’Asia Orientale. Si tratta di una lacuna che è necessario colmare, specie per quanto riguarda il Giappone, perché questo paese è all’avanguardia del progresso scientifico, economico e culturale del mondo.
In maniera semplice e discorsiva ma, comunque, fondata su dati e fonti attendibili, al di là di ogni facile generalizzazione, questo volume va incontro a tale esigenza.
Esistono altri testi, citati nella bibliografia ed a pie’ di pagina, dove chi vorrà potrà approfondire e ampliare le sue conoscenze. Nei riferimenti bibliografici si è data la preferenza ad autori italiani o a libri in traduzione italiana, data la maggiore reperibilità sul mercato e nelle biblioteche pubbliche.
Una caratteristica del volume è che esso riporta, ad ogni prima occorrenza di nomi personali, di luogo o di espressioni giapponesi, i relativi caratteri giapponesi. Questo sarà utile non solo a chi vuole approfondire gli studi ma anche a chi, recandosi in Giappone, vorrà capire qualcosa perfino nelle indicazioni stradali.
Ma, oltre agli studenti, l’opera potrà essere utile anche ad altri, uomini di cultura, diplomatici, operatori economici, che con il Giappone hanno e curano rapporti, ignorandone spesso le caratteristiche essenziali.

Piero Corradini è nato a Roma il 30 gennaio 1933. Fin dalla prima giovinezza si è dedicato all’insegnamento elementare e secondario. Provveditore agli Studi nel 1970, è passato poi all’insegnamento universitario, prima quale professore ordinario di Storia e Civiltà dell’Estremo Oriente nell’Istituto Universitario Orientale di Napoli (1970-75), poi di Storia e Istituzioni dei Paesi Afroasiatici nell’Università di Macerata (1975-1985) e infine di Storia dell’Asia orientale nell’Università di Roma “La Sapienza” (1985-…). E stato Direttore dell’Istituto Italiano di Cultura di Tokyo (1979-81) e dell’Istituto di Cultura di Pechino (1988-91). Ha al suo attivo oltre 150 pubblicazioni tra monografie e articoli scientifici e di divulgazione.

Mahabharata Raccontato Da Una Bambina (Il) – Vol 2

Autore/i: Arni Samhita
Editore: Adelphi
traduzione di Ottavio Fatica pp. 176 Prezzo: € 16,50

Dopo aver portato felicemente a termine la prima parte del Mahabharata, Samhita Arni, la nostra narratrice dodicenne, si concede un meritato riposo. Poi, ritemprata dal breve intervallo, si rimette all’opera e nel giro di quattro mesi completa il testo, corredandolo di nuove illustrazioni. È più matura, e lo si avverte: il ritmo impresso all’azione è ora incalzante, il tono più intenso, contagioso, e i disegni hanno guadagnato in forza ed efficacia.
Samhita riprende là dove si era interrotta, dall’esilio dei Pandava, concentrandosi sul tema dominante di questa seconda parte, la guerra, che nella sua epica futilità sembra pervadere ogni pagina. Assistiamo così alle splendide, terribili battaglie combattute a Kurukshetra, agli ultimi cruenti nove giorni: descrizioni accuratissime e dolenti, come toccanti sono la morte di Abhimanyu o di Karna, il dolore di Duryodhana.
Con un candore che ha il profumo acerbo e acuto della temerarietà, Samhita punta l’occhio verso l’insegnamento ultimo di questa che è la più complicata fra tutte le storie: «Nessuno è perfetto e tutto quello per cui ci si batte potrebbe alla fin fine rivelarsi inutile, nondimeno dobbiamo fare il nostro dovere». È la semplice, inscalfibile noce di saggezza che, estraendola dal Canto del Beato, la Bhagavad Gita, ci porge al termine della sua mirabile impresa la piccola Samhita.

Viaggio In Armenia

Autore/i: Mandel’Stam Osip; Vitale S. (Cur.)
Editore: Adelphi
A cura di Serena Vitale, 7ª ediz. pp. 192 Prezzo: € 13,00

Per Mandel’štam, il viaggio in Armenia, che durò per qualche mese del 1930, fu una discesa «negli stadi abissali del linguaggio»; là dove «vedere, udire, capire – tutti questi significati, un tempo, confluivano in un unico fascio semantico». Così, in queste pagine, che si presentano con la sprezzatura di una stenografia diaristica, assistiamo al prodigio della continua geminazione delle immagini, a un ultimo convito dell’analogia, prima che il «nero velluto della notte sovietica» inghiotta il poeta. L’Armenia, «regno di pietre urlanti», divenne per lui il luogo di una primordiale fusione geologica fra il mondo cristiano-giudaico e quello ellenico, come dire fra le due lingue della sua poesia.
Questa edizione del Viaggio in Armenia si compone non solo del testo apparso in rivista nel 1933, ma dei «Taccuini» comparsi in America nel 1971, oltre che del ciclo di poesie Armenia e dell’articolo Intorno ai naturalisti, collegato al terz’ultimo capitolo del Viaggio.

Arcangeli In Concilio

Dramma storico in otto quadri su Federico II di Svevia
Autore/i: Wachsmuth Guenther
Editore: Edizioni Treuno
pp. 202 Prezzo: € 15,00

“Arcangeli in concilio” è il testamento spirituale di Guenther Wachsmuth (1893-1963), lo scienziato delle “forze plasmatrici eteriche” che presiedono ai processi della vita sulla terra. Con i suoi lavori sull’argomento egli riuscì a richiamare l’attenzione di una parte del mondo scientifico, ma non limitò ad essi la sua produzione letteraria. Una grande versatilità d’animo e di mente lo portò a coltivare interessi storici e artistici, e a cimentarsi con successo nella stesura di alcuni drammi, di cui “Arcangeli in concilio” è il più riuscito: con un mirabile accordo tra ispirazione lirica e realismo storico, esso mette in luce il retroscena spirituale della vicenda di Federico II di Svevia, l’mperatore che stupì il mondo, lasciandone intravedere i nessi con il tempo presente.
Una biografia dell’autore precede il dramma, illustrandone la genesi.

Crociate Del Nord (Le)

Il Baltico e la frontiera cattolica (1100-1525)
Autore/i: Christiansen Eric
Editore: Il Mulino
pp. 346 Prezzo: € 14,00

Se le crociate in Terra Santa sono universalmente note, poco conosciute sono invece le crociate del Nord-Europa, condotte con successo tra il XII e il XVI secolo per convertire i territori dell’area baltica. I Cavalieri teutonici che ne furono protagonisti spinsero avanti la frontiera cattolica conquistando e cristianizzando vaste regioni, dalla Finlandia all’Estonia, alla Prussia, alla Lituania, alla Russia. L’espansione dei potentati feudali della Germania settentrionale e dei sovrani scandinavi verso le province baltiche mascherò, sotto il pretesto della conversione delle popolazioni pagane o ortodosse, aggressive mire colonialistiche. Con la sua documentata narrazione il libro offre una prospettiva storica su regioni intorno alle quali, dopo il loro recente ingresso nell’Unione europea, si è risvegliato l’interesse.
Eric Christiansen è Fellow emeritus del New College, Oxford. Fra i suoi libri: “The Origins of Military Power in Spain” (1967) e “The Norsemen in the Viking Age” (2002).

Le Vergini Arcaiche

Ovvero di come le antiche Donne custodissero la Libertà, l’Ebbrezza, la Gioia.
Autore/i: Bearné Leda
Editore: Terra Di Mezzo
pp. 216 Prezzo: € 20,00

Un libro che sorprende per la capacità di coniugare la semplicità del linguaggio e dell’argomentare con una grande erudizione, una precisa tensione etimologica, una profonda conoscenza dei miti. Davanti ai nostri occhi vedremo scorrere i miti del passato, dove sono protagoniste le donne (le Yogini seguaci di Durga in India, le nordiche sciamane al seguito della Dea Freya, le Baccanti del corteo dionisiaco, le custodi del fuoco greche, britanniche e romane quali le Vestali, le Sibille delle più diverse civiltà); miti che pur venendo da luoghi lontani e da popoli profondamente diversi nascondono un unico filo conduttore che conserva,come una medicina, la traccia dell’epoca della Grande Madre, fonte di felicità e beatitudine per le donne; un’epoca nella quale verginità non voleva dire, come ora, assenza del maschio, ma assenza del maschio prevaricatore. Tale stato implicava innanzitutto una radicale autonomia di fronte all’uomo, l’assenza di qualsiasi tipo di vincolo o soggezione nei confronti di esso e niente affatto un’estraneità alla dimensione erotica. Anzi, la Verginità magica rappresentava una condizione di gioia e libertà femminile estreme e senza limiti che consentiva ad alcune fortunate donne di conservare e custodire la forza, il mistero, la bellezza e la purezza delle foreste vergini selvagge, inviolate e sconosciute agli uomini, covando costantemente nel profondo di sé stesse una perpetua divina, naturale, languida ed erotica ebbrezza. Giungeranno a noi stati d’animo, sensazioni e sentimenti, che la civiltà ha dapprima sradicato e poi pian piano trasformato nell’opposto; scopriremo un “progressivo divenire” che neppure il femminismo e i suoi derivati ha saputo interrompere.
Un mondo perduto per sempre? Forse non completamente perché, nonostante i condizionamenti e gli imperativi della società odierna, magari ancora qualcuna potrebbe nutrire una profonda e radicata nostalgia di fronte all’ipotesi di poter un giorno “ …ritrovare gli antichi misteri femminili, un insegnamento primordiale di gioia e di libertà in grado di portare davvero nelle dolci dimensioni di armonia conosciute dalle antiche Vergini, un insegnamento che potrebbe ridare loro la Verginità magica, la follia gioiosa, la coralità e l’intenso e continuo languore delle Vergini arcaiche”.
Leda Bearné, nata in Francia nel 1971, dopo aver studiato antropologia e lettere antiche a Milano, ha compiuto numerosi viaggi dentro e fuori d’Europa per approfondire il suo radicato interesse verso la mitologia e le tradizioni di diverse civiltà, visitando i principali siti archeologici esistenti. Ha soggiornato per un lungo periodo a Creta, ed un altro in Bretagna sempre in funzione delle sue ricerche. Attualmente vive e lavora tra Milano ed un piccolo paesino nelle Alpi francesi in cui si ritira periodicamente per dedicarsi ai suoi studi.

Libreria ASEQ s.r.l. - Via dei Sediari, 10 - 00186 Roma - Tel. 06 6868400 - Partita IVA 08443041002