Libreria ASEQ - Via dei Sediari, 10 • 00186 Roma - Email: info@aseq.it - Tel. 06 6868400

Selezione di volumi Aseq Editrice

Tarot Fundamentals

Tarot Fundamentals

Autore/i: AA. VV.
Editore: Lo Scarabeo
Edited and compiled by Sasha Graham pp. 642, nn. ill. a colori, Torino

A labor of love ten years in the making, Tarot Fundamentals is Lo Scarabeo’s authoritative compilation of tarot knowledge. With thorough perspectives on tarot history, reading, spiritual work, card meanings, and more, this full-color volume is an indispensible reference for beginners and adepts alike. Includes more than 400 color illustrations and contributions from a wide range of tarot experts, including Sasha Graham, Barbara Moore, Mark McElroy, Marcus Katz, Tali Goodwin, Giordano Berti, and Riccardo Minetti. Tarot is a living tradition, forever evolving and growing. This resource book shows that tarot is always reinventing itself while never forgetting its origins.

Santa Muerte Tarot

Santa Muerte Tarot

Autore/i: Listrani Fabio
Editore: Lo Scarabeo
Edizione multilingue 78 carte con istruzioni, Torino

Santa Muerte is a powerful spiritual festival. It’s Halloween. It’s Samhain. But it is, also, a lot more, a lot deeper. It’s scary and hilarious. It’s loud and harmonious. It’s grim and colourful. This deck will shake your emotions and challenge your limits, like a shaman can shake a bag of bones.

Storie e Leggende Taoiste

Storie e Leggende Taoiste

Autore/i: AA. VV.
Editore: Theoria
pp. 98, Rimini

Sapienti che vagano alla ricerca dell’immortalità, poeti pazzi che preferiscono scrivere versi sull’acqua piuttosto che esercitare un ruolo di predominio nel regno; monaci che cavalcano nuvole, bellissime figlie del Drago, cuochi più sapienti dei filosofi e sovrani cretini: il patrimonio favolistico del taoismo è di fragrante meraviglia. All’apice di ogni storia – di cui si presenta una antologia dai libri maggiori, ’sacri’ al Tao – la ricerca della felicità, lo sfrenato desiderio della quiete. Che spesso si raggiunge attraversando gli opposti e i paradossi. “Il saggio cerca la luce nel caos: non sfrutta le creature e preferisce il giusto mezzo”.

Guglielmo di Ockham

Guglielmo di Ockham

Autore/i: Ghisalberti Alessandro
Editore: Vita E Pensiero
pp. 310, Milano

Una monografia che penetra la novità del pensiero di Ockham filosofo teologo politico (1280-1349 c.). Il Venerabilis Inceptor è l’iniziatore della «via moderna»: rifiuta il realismo moderato, abbandona la teoria del concetto come immagine, elabora il primo sistema completo di gnoseologia concettualista e vede nel concetto il «segno naturale» della realtà. Motivi che paiono anticipare la dottrina dell’intenzionalità propria della scuola fenomenologica contemporanea. La rigorizzazione della metafisica e, al suo interno, della teologia razionale porta ad una reimpostazione dei rapporti fede-ragione e ad un ridimensionamento della psicologia razionale e dell’etica. Un metodo nuovo, il «rasoio di Ockham», per studiare la natura garantisce l’attenzione costante al dato empirico e si pone sulla via della scienza moderna. Le radici francescane della speculazione ockhamistica risaltano soprattutto nelle opere politiche, dove il Venerabilis Inceptor elabora un modello avanzato di società: per l’ordinamento civile non esistono soluzioni prestabilite, ma spetta all’uomo individuare, di epoca in epoca, le forme migliori di convivenza. Discorso sociologico, quindi, che garantisce l’uso attuale del filosofo.

Il Mito di Atlantide

Il Mito di Atlantide

E i continenti scomparsi
Autore/i: Sprague De Camp Lyon
Editore: CDE
Traduzione di R. Rambelli.
Introduzione di Roberto Fondi pp. 346, ill. b/n, Milano

Estratto dalla Premessa dell’Autore

La prima stesura di quest’opera risale al 1948. Dopo il fallimento dell’editore che aveva firmato il contratto per pubblicarla, uscì a puntate sulla rivista Other Worlds Science Fiction nel 1952-53 e quindi venne pubblicata (riveduta e corretta) dalla Gnome Press di New York, nel 1954.

Per la presente edizione, largamente aggiornata e ampliata, ho emendato un certo numero di trascurabili errori pratici e tipografici ed ho aggiunto una serie di nuovi capitoli per dare conto delle ultime scoperte. Le aggiunte principali riguardano la rinascita e l’affermarsi della teoria di Wegener sulla deriva continentale, le ricerche sull’eruzione avvenuta nell’isola di Thera, ed i romanzi atlantidei di Jane Gaskell….

Visualizza indice

INDICE

Premessa dell’autore

Nota dei Curatori

Introduzione

I. La storia dell’Atlantide

II. L’Atlantide riemerge

III. La terra dei lemuri

IV. La caccia al consaguineo

V. I misteri dei maya

VI. I gallesi e altri indiani

VII. I continenti che camminano

VIII. Il regno dell’argento

IX. L’autore dell’Atlantide

X. La terra dei desideri

XI – Isole fantastiche all’occaso

Appendice A – Testi classici legati alla teoria dell’Atlantide

Appendice B – Elenco delle interpretazioni del mito di Atlantide

Bibliografia generale

Bibliografia italiana dell’Atlantide

Le Illusioni della Certezza

Le Illusioni della Certezza

Autore/i: Hustvedt Siri
Editore: Einaudi
Traduzione di Gioia Guerzoni pp. 284, Torino

Cosa significa per la mente interrogare se stessa? E cos’è, in fondo, la mente? Sono quesiti classici della filosofia, eppure è difficile dare risposte che non siano solo autorevoli, ma anche definitive. «Una delle poche verità universali quando si parla di idee può essere che le domande sono solitamente migliori delle risposte», suggerisce Siri Hustvedt, da tempo consapevole che la questione è molto piú complessa – e affascinante – di quanto non sembri. Armata dell’accuratezza di una studiosa e della passione di una scrittrice, decide di portare il problema mente-corpo sul banco degli imputati della filosofia. L’indagine si snoda tra questioni teoriche e storiografiche, ripercorre gli eventi essenziali per determinare le coordinate del dibattito contemporaneo, scandaglia i fondali della letteratura, scientifica e non. Ecco quindi chiamati a deporre personaggi solitamente trascurati o poco ascoltati – Margaret Cavendish con il suo strano ibrido di panpsichismo e panorganicismo; il Diderot de Il sogno di d’Alembert; il Vico de La Scienza Nuova; un conoscente qualsiasi colto alla sprovvista – nel tentativo di rendere cristallini alcuni aspetti chiave della condizione umana. Con l’incedere armonioso della narratrice, Siri Hustvedt interpella scienza, natura e cultura per esaminare l’immaginazione, i desideri, le credenze, i sogni che influenzano la coscienza e riempiono di vita gli esseri umani. Quale sarà il verdetto sulla mente, il cervello, il corpo, il pensiero? Impossibile emettere una sentenza: solo attraverso il dubbio si può osservare la realtà e imparare qualcosa in piú su se stessi e sul mondo. Dalle sensazioni del feto alle relazioni intersoggettive che plasmano la nostra persona, dall’esperienza dell’essere vivi ai tentativi di intelligenza artificiale: con Le illusioni della certezza Siri Hustvedt affronta coraggiosamente la questione irrisolta del problema mente-corpo che tanto a lungo ha distorto e confuso il pensiero contemporaneo.

I Sigilli di Gioacchino da Fiore

I Sigilli di Gioacchino da Fiore

Come il desiderio diveniva realtà
Autore/i: Proclamato Michele
Editore: Melchisedek
pp. 330, ill. a colori f.t., 111 ill. b/n, Torino

Chi leggerà questo libro dedicato ai Sigilli di Gioacchino da Fiore – un’opera apocalittica del XII secolo – avrà modo di approfondire la ricerca sull’Ottava che Michele Proclamato conduce da più di un decennio.
L’essenza del messaggio dell’abate calabrese è espressa nei suoi simboli, magistralmente disegnati, ma sorprendentemente ignorati nel corso dei secoli, forse perché il loro autore li usò per esporre – per l’ultima volta nella storia dell’umanità − ciò che i figli della Radix sapevano a proposito della possibilità di tradurre ogni desiderio in realtà. Attraverso le frequenze di tre sole virtù, rese numericamente frattali nei suoi alberi genealogici, si possono variare gli schemi tridimensionali di questa realtà per far posto a un’altra realtà, da Gioacchino studiata e ricercata per tutta la vita.
È il celeberrimo «terzo tempo», quello dello Spirito Santo, che mai prima di lui era stato invocato per l’umanità cristiana, qui… sulla Terra.
Attraverso l’esame dei suoi protocolli frattali cogliamo l’ennesima applicazione dell’Ottava, oggi comprensibile anche a chi non è iniziato, un passo avanti di straordinaria portata per quanti vogliono cambiare la realtà in cui vivono attraverso la piena realizzazione di sé stessi.

I Misteri

I Misteri

De Mysteriis Aegyptiorum, Chaldaeorum et Assyriorum
Secondo la versione latina di Marsilio Ficino
Autore/i: Giamblico
Editore: Archè
Introduzione e traduzione di A. Boffino pp. 204, Milano

Estratto da Introduzione

Contro il Cristianesimo sorse in Grecia, nel II e III secolo, un movimento che tentò di riportare alla luce le più antiche teorie pagane, valendosi, per la sua difesa dalla rinascente scuola aristotelica, della filosofia mitico-religiosa di Pitagora e di Platone. Plotino fu il capo di questa scuola ed il suo discopolo Porfirio ricavò dalla dottrina di lui le “Enneadi“. Dissentendo dall’interpretazione di Porfìrio, che ha un carattere precipuamente speculativo, Giamblico si riallacciò alla tradizione religiosa, riprendendo i più antichi culti mistici della scuola pitagorica e dando ai suoi scritti un carattere esoterico. In lui si trovano mescolate le tracce della prima religione egiziana e mediterranea con quella greca, e la vita dei culti misterici ha in lui l’unico, forse, aperto testimone che ci ha lasciato l’antica Grecia. Per questo la lettura di Giamblico può interessare anche gli studiosi di filosofia, che possono qui intuire fino a che punto Platone è filosofo e dove, invece, accetta la tradizione religiosa, interpretandola speculativamente; e quale influenza ebbe la religione egiziana sulle scuole presocratiche e sulla stessa religione greca, che noi conosciamo troppo poco nel suo carattere mistico, quasi solamente nel suo aspetto estetico…

La Menorah e altri interventi

La Menorah e altri interventi

Autore/i: Mosca Ivan
Editore: Tipheret
pp. 72, ill. b/n, Acireale-Roma

Tre interventi di Ivan Mosca che raccolgono buona parte del suo sentire; si inizia trattando il tema del bene e del male, del vizio e della virtù, argomenti sempre presenti nelle discussioni d’officina; si prosegue con un approfondito studio della Menorah, il suo utilizzo e la sua storia; si conclude con l’allocuzione tenuta da Mosca alla prima Assemblea del rinato Ordine degli Eletti Cohen.

Eufonia Il Suono della Vita

Eufonia Il Suono della Vita

Autore/i: Levy Daniel
Editore: Cassiopeia
Illustrazioni di Marga Baigorria pp. 340, ill. a colori f.t., Venezia

Eufonia significa armonia nel suono. È un’espressione che indica non solo un fatto acustico, ma soprattutto l’esperienza profonda della Gioia e della Bellezza nel Suono, in un senso globale, in quanto esseri umani.
Il Suono è fondamento dell’esistenza in tutti i piani. È il Suono che offre coesione profonda a tutte le strutture della Vita, perché unisce e dà nutrimento. È la base sulla quale riposa l’Universo e che conforma l’essenza della nostra Persona. In effetti, Persona era per gli antichi greci la maschera che caratterizzava l’attore e gli dava un ruolo nell’insieme. Poteva essere qualcosa che nascondeva la vera identità dell’individuo. Ma era così chiamata anche per la sua qualità di amplificare il Suono della voce (per-suonare).
Solitamente, la personalità, per la conformazione dei suoi elementi, non permette di amplificare o lasciar ascoltare il Suono che risiede in ogni essere, perdendo cosi contatto con la natura e sminuendo il significato della Vita.
La conquista del “Centro Eufonico” è fonte di apertura verso una dimensione che ci permette di divenire veri trasformatori di noi stessi e del mondo circostante. Tutto è VIBRAZIONE, sia questa udibile o no. I pensieri, le emozioni, la parola creano contatto col mondo e rapporti stabiliti in base alla simpatia, risonanza, tensione o distensione, accordo o sintonia, leggi tutte fondate sulla realtà della causa sorgente dal SUONO.
Senza l’ausilio di grandi teorie filosofiche è possibile per tutti intuire la profonda verità espressa in questo modo, riconfermando così una realtà che tutti i popoli del pianeta hanno una volta compresa, comunicata e perfino vista come rivelazione della natura dell’universo: l’identità Suono-Essere.
Anche altre importanti realtà psichiche vengono consapevolmente o istintivamente espresse in termini musicali, per poter così chiarire maggiormente un sentimento o un’idea: sintonia, risonanza, unisono, tonificare, temperamento, dissonanza, armonia, accordo.
L’Eufonia è una Scienza/Arte che, attraverso stadi progressivi, conduce all’esperienza delle potenzialità innate nell’essere umano, dall’effetto terapeutico del suono all’armonizzazione dei rapporti umani, dal rilassamento psicofisico alla riscoperta del vigore intellettuale, dalla espansione della sensibilità alla conoscenza di sé.
Le più antiche civiltà mondiali hanno avuto consapevolezza della realtà sonora della Natura e dell’uomo. Le fonti della Musica e il suo ruolo nella storia non esprimono altro che un esempio, una chiave maestra che apre le porte dell’esistenza, non da un angolo meramente intellettuale, ma dal nucleo dell’intuizione.

Daniel Levy è un musicista riconosciuto a livello internazionale per le sue interpretazioni pianistiche sia in concerto che in una vasta discografia, con un repertorio che spazia da Bach alla musica contemporanea. Ha realizzato concerti presso i centri musicali europei ed americani più prestigiosi, acclamato dalla critica specializzata come uno dei musicisti più completi della sua generazione.
Levy ha saputo riunire la sua attività concertistica con il ruolo di educatore e ricercatore, presentando seminari, workshops e corsi dedicati a sviluppare tecniche derivate dagli studi sugli effetti del Suono e della Musica nell’essere umano e sull’ambiente circostante.
Daniel Levy ha lavorato con studiosi come Alain Daniélou e Marius Schneider.
Ha anche organizzato tre mostre internazionali di strumenti musicali, concerti di musica asiatica e cicli di musica da camera in diversi centri europei. Autore di diversi articoli, i suoi altri libri ‘Eufonia. Il Suono della Vita’, ‘Bellezza’ ed ‘Echi del Vento’ sono pubblicati in diverse lingue.
È stato il tutore principale del progetto ‘Euphony – Implementing Teacher Knowledge’, parte del Progetto Socrates e Grundtvig I della Comunità Europea.

Contemporary Christianity

Contemporary Christianity

Collected essays
Autore/i: Mora Fabio
Editore: Edito in proprio
pp. 362, Columbia (USA)

Summary

Foreword

Liturgical expressions of creation stewardship, Polifemo XXI secolo, 3, 2016, 157-176

Ecumenismo e dialogo interreligioso, AAPel 83, 2007, 87-96

Filosofia e teologie, AAPel 84, 2008, 163-170

Chiesa peccatrice?, AAPel 85, 2009, 231-240

Osservazioni storico-religiose sul discorso di papa Benedetto XVI a Ratisbona, Polifemo 6, 2006, 227-266

L’enciclica Caritas in veritate, Polifemo 10, 2010, 337-355

Statistiche storico-religiose: le strutture sacerdotali del Cattolicesimo, Polifemo 9, 2009, 353-395

Diversificazione istituzionale del cattolicesimo contemporaneo. I. La vita religiosa dei fedeli, Polifemo 10, 2010, 357-390

(with E. Morini), Orthodox churches: a preconciliar panorama, Polifemo XXI secolo, 3, 2016, 121-156

Ripensare sessualità e famiglia, Polifemo 7, 2007, 55-99

Ripensare la democrazia, Polifemo 8, 2008, 1-39

Comento Analitico al “Purgatorio” di Dante Alighieri

Comento Analitico al “Purgatorio” di Dante Alighieri

Autore/i: Rossetti Gabriele
Editore: Olschki
Opera inedita a cura di Pompeo Giannantonio pp. CII-524, Firenze

Dall’Introduzione:

Quando, nel 1826, apparve, a Londra, per i tipi di John Murray, il primo volume di La Divina Commedia di Dante Alighieri con Comento analitico di Gabriele Rossetti, al quale seguì, l’anno dopo, un secondo volume, che completava il «Comento» della prima cantica, i letterati del tempo furono concordi nel rilevare l’importanza di un’opera, che denunziava, «senza dubbio, come scrisse allora un’autorevole rivista, il frutto di lunghissimo studio in tutte le opere dell’Alighieri» e «l’impegno, l’erudizione e la diligenza del suo autore». Ci si rese subito conto che si trattava di un’opera, che avrebbe segnato una tappa fondamentale nell’esegesi dantesca, in quanto si proponeva di «rechercher et d’expliquer le sens historique et allégorique de la Divine Comédie», senza troppo attardarsi a disquisire solo su «le nude ricchezze e le amenità retoriche della poesia e della lingua» del divino poema. I coetanei, a differenza dei posteri, avvertirono, immediatamente, il valore di questi studi che il Rossetti, con una passione veramente ammirevole, avrebbe condotto avanti per un trentennio, e i consensi furono più numerosi dei dissensi.

Miti e Leggende dell’Antica Roma

Miti e Leggende dell’Antica Roma

Autore/i: Agizza Rosa
Editore: Newton Compton
pp. 288, nn. ill., Roma

Dalla rivisitazione dell’Olimpo greco all’universalità del pantheon, dalle mitiche origini della divinizzazione degli imperatori, il complesso mondo mistico dei conquistattori del mondo antico.

Runemal. Il Grande Libro delle Rune

Runemal. Il Grande Libro delle Rune

Origine, storia, interpretazione
Autore/i: Carmignani Umberto; Bellini Giovanna
Editore: L’Età dell’Acquario
prefazione di Maurizio Canesi e Lidia Fassio. pp. 468, nn. ill., Torino

Le Rune sono la sacra lingua degli dei e degli eroi del Nord, sono le lettere di un antico e misterioso alfabeto che ha nel mito di Odino la propria origine. Esse rappresentano le diverse tappe e i diversi aspetti dell’esistenza, l’avvicendarsi delle stagioni, le semine e i raccolti, le prove che ogni essere umano è chiamato ad affrontare, le ambite ricompense e le inevitabili perdite nel continuo confronto con il Destino.
Attraverso di esse possiamo chiedere aiuto alla natura e ricevere l’energia necessaria per compiere il nostro cammino nella gioia e nella luce, vincendo i demoni della paura e della rabbia, della rinuncia e della disperazione.
Ma le Rune sono anche portatrici di una conoscenza più profonda, l’Arte Oracolare, cioè la capacità di interpretare il senso degli eventi passati, presenti e futuri, che oggi, attraverso le scoperte della psicologia junghiana e della fisica quantistica e grazie alle nuove teorie sistemiche sulla psiche e sull’inconscio, sullo spazio-tempo, sulla sincronicità e sui campi morfogenetici, possiamo leggere in una luce completamente nuova.
Con questo libro – probabilmente il più completo mai pubblicato in Italia su questo argomento – Umberto Carmignani e Giovanna Bellini invitano il lettore a compiere un’esperienza di crescita interiore, seguendo passo dopo passo la strada indicata dalle Rune. Dalle steppe dell’Eurasia e dal culto della Dea Madre, fino ai testi sacri dell’India e alla mitologia greca, politeismo e panteismo celebrano da millenni le forze della vita e ci liberano da pregiudizi e moralismi, da sensi di colpa e da peccati originali, invitandoci a vivere la comunione dei piaceri del corpo, della mente e dello spirito.
Siamo figli di molti dei e di molte dee. Del sole e della luna. Del cielo e della terra. Dell’aria, dell’acqua e del fuoco. Là dove ci conducono, le Rune trasformano il mondo in un Paradiso. E noi finalmente riconosciamo nel volto degli altri la nostra immagine divina.

Il Culto delle Immagini

Il Culto delle Immagini

L’arte bizantina dal cristianesimo delle origini all’iconoclastia
Autore/i: Kitzinger Ernst
Editore: Meltemi
Presentazione all’edizione italiana di Carlo Bertelli. pp. 266, in appendice 28 tavv. b/n, Milano

Estratto dalla Presentazione

Per ricostruire questo pezzo di storia Kitzinger ha dovuto estrarre il massimo da ogni frammento superstite, ridiscutere date e attribuzioni, impiantare una nuova fisionomia dell’arte bizantina. Ed ecco la conclusione inaspettata e davvero folgorante: la pittura alla vigilia dell’iconoclastia non è innocente dinanzi alla reazione che ha tentato di sopprimerla. È anzi la maturità stilistica del tema dell’icona, è il suo isolamento rispetto a tutte le altre esperienze estetiche con cui l’uomo bizantino si confronta, che porta allo “scandalo” dell’icona contro cui reagiscono gli iconoclasti. Direi che qui è trasparente, anche se non dichiarata, la riflessione sull’arte del nostro secolo e il riconoscimento alle opere d’arte di una loro capacità provocatoria. Nessun altro storico aveva tentato di riportare con tanta urgenza il discorso sulle icone all’ambito della pittura.

Storia d’Italia dal 1871 al 1915

Storia d’Italia dal 1871 al 1915

Autore/i: Croce Benedetto
Editore: Laterza
pp. 372, Bari

Estratto da Avvertenza.


È questo lo schizzo di una storia dell’ Italia dopo la conseguita unità di stato: ossia, non una cronaca, come se ne hanno già parecchie in materia, e non una narrazione in un senso o in un altro tendenziosa, ma appunto il tentativo di esporre gli avvenimenti nel loro nesso oggettivo e riportandoli alle loro fonti interiori. Il racconto comprende un tratto di quarantacinque anni, di quelli che si chiamano «di pace», ma che mostrano il loro moto e il loro dramma a chi non ripone queste cose unicamente negli urti fragorosi e nei grossi fatti appariscenti, e anzi, anche davanti a spettacoli di guerre e rivoluzioni, cerca sempre il vero moto e il vero dramma negli intelletti e nei cuori. La conoscenza di questo tratto di storia ha, senza dubbio, importanza particolare per noi italiani, ma gliene spetta un’altra piu generale in quanto esso è parte e riflesso insieme della recente storia europea.
Sono consapevole che per taluni punti da me toccati mancano ancora i desiderabili lavori preparatori; e tuttavia non c’è altro modo di farli nascere se non di porne l’esigenza con lo studiarsi di disegnare il quadro complessivo…

Rituale. Una Guida alla Vita, all’Amore e all’Ispirazione

Rituale. Una Guida alla Vita, all’Amore e all’Ispirazione

Autore/i: Restall Orr Emma
Editore: Edizioni Terra del Sacro Bosco
Traduzione di Antonella Vicini pp. 208, Graglia (BI)

Un rituale è una forma d’arte. In qualunque modo noi creiamo un rituale, sia esso delicato con sottili dettagli, astratto o impressionista, oppure grossolano come delle ditate di fango, ci offre sempre la stessa opportunità: di prendere una pausa nel mezzo del flusso caotico della vita per guardarci intorno, per verifìcare/controllare dove siamo e dove stiamo andando, e per ricordare quanto può essere meraviglioso il nostro mondo.
Dopo aver compiuto un rituale ci sentiamo ricaricati ed equilibrati, in grado di tornare alla vita ispirati e più capaci di muoverci con i flussi del cambiamento e della crescita.
Rituale. Una guida alla Vita, all’Amore e all’Ispirazione è basato sulla saggezza della tradizione druidica, ancora rilevante ed accessibile a tutti, a prescindere dalla spiritualità di ognuno. La filosofia spirituale druidica si basa semplicemente sul fatto che il mondo è sacro, vibrante con lo spirito, con l’energia creatrice divina.
Ci insegna ad onorare la terra, i nostri antenati e la nostra individualità, e ci guida verso l’ispirazione, la creatività e la libertà di vivere la vita pienamente, riccamente e benedetti dall’amore.
Rituale. Una guida alla Vita, all’Amore e all’Ispirazione fornisce una comprensione chiara dell’universo naturale del rituale.
Esplorando le idee per le feste solari dell’anno, per i riti di passaggio, per le fasi della luna, la guarigione, il cambiamento e la responsabilizzazione, il libro offre al lettore tutto ciò di cui ha bisogno per creare il proprio rituale efficace, unico ed ispirato.

Emma Restall Orr (alias Lince) è capo congiunto del British Druid Order, autrice di Spirits of the Sacred Grove e Principi del Druidismo. Una sacerdotessa della tradizione, lavora come insegnante e studiosa di riti/ritualista in Gran Bretagna e nel mondo, condividendo l’ispirazione che è la sua visione della vita ed esprimendo la sua creatività come scrittrice, poetessa e cantante.

Leggende Napoletane

Leggende Napoletane

Libro d’immaginazione e di sogno
Autore/i: Serao Matilde
Editore: Casa Editrice Italiana
pp. 96, Milano

Al lettore

La città dell’Amore Virgilio Il mare La leggenda dell’ Amore

Il palazzo donn’ Anna

Barchetta-fantasma

Il segreto del mago

Donnalbina, Donna Romita, Donna Regina

Lu Munaclello

Il diavolo di Mergellina

La Storia Come Pensiero e Come Azione

La Storia Come Pensiero e Come Azione

Autore/i: Croce Benedetto
Editore: Laterza
pp. 368, Bari

Estratto da Avvertenza

È stata mia intenzione, in questo volume, di ripigliare la materia della Teoria e storia della storiografia, scritta nel 1912-13 (che ebbe una continuazione nella Storia della storiografia italiana nel secolo decimonono e in parecchi più brevi lavori), non già per sostituire la trattazione fattane innanzi, ma per accrescerla di nuove considerazioni, nate nel proseguimento dei miei studi, stimolate da nuove esperienze di vita. Conforme a questa origine, il volume si compone di una serie di saggi, che hanno un’implicita unità nel pensiero che tutti li regge e ai quali ho procurato di dare un’unità anche esplicita col primo, che può servire da introduzione. Qualche lieve ripetizione o qualche infrazione all’ordine didascalico, che accadesse qua e là di notare, sarà da riportare alla adottata forma letteraria del saggio….

L’Uomo, la Bestia, i Cieli

L’Uomo, la Bestia, i Cieli

Critiche all’antropocentrismo nel Sei-Settecento
Autore/i: Baricalla Vilma
Editore: Edizioni di Storia e Letteratura
Prefazione di Emanuela Scribano pp. XIV-94, Roma

Nell’età moderna, l’incontro con altri popoli e altre culture a seguito delle scoperte geografiche, la conoscenza di una varietà di animali tramite i racconti dei viaggiatori, in particolare delle scimmie antropomorfe, mettono in crisi antiche certezze. La mutata visione astronomica, che presenta un universo non più geocentrico, sottrae all’uomo la sua posizione di centralità, inducendo a riflettere sulla pluralità dei punti di vista che guardano la realtà. In quest’ottica, si studia la natura e ci si interroga sugli animali, forse mossi non solo dall’istinto, ma dotati, come l’uomo, di intelligenza e, secondo alcuni, di anima. Si delinea così una varietà di voci e posizioni da riscoprire nel quadro di un intenso dibattito che anticipa temi e argomenti dell’età contemporanea.

Storia del Libro in Occidente

Storia del Libro in Occidente

Autore/i: Barbier Frederic
Editore: Dedalo
Traduzione di Rita Tomadin e Vito Carrassi pp. 506, ill. b/n, Bari

Anche in un’epoca di comunicazione globale e di digitalizzazione spinta, un oggetto ostinatamente analogico e apparentemente obsoleto come il libro ha tanto da dire su di noi e sul mondo in cui viviamo, sul nostro passato e sul nostro presente; in particolare, ci aiuta a far luce sulle nostre strategie comunicative e sulle pratiche di elaborazione e conservazione delle nostre conoscenze. Al contempo oggetto materiale e veicolo intellettuale, il libro, nelle molteplici forme e significati che assume nel corso della storia, riveste un ruolo essenziale nel progresso della civiltà umana. Dal rotolo antico al codice medievale, dall’incunabolo rinascimentale alla stampa moderna, fino ad arrivare alla sua digitalizzazione sotto forma di e-book, il libro mostra una sorprendente capacità di evolversi e adattarsi ai mutamenti culturali, sociali ed economici. L’autore colloca il libro al centro di una rete complessa in cui si intrecciano luoghi e tempi, tradizioni e invenzioni, tecniche di scrittura e pratiche di lettura, competenze artigianali e dinamiche imprenditoriali, oltre a tutta una serie di individui, gruppi e istituzioni che, con le loro differenti caratteristiche, motivazioni e finalità, hanno forgiato il mondo del libro.

Una storia affascinante, ricostruita e analizzata con maestria e passione da uno dei più insigni studiosi della materia, in un’edizione aggiornata e ampliata del volume diventato un’imprenscindibile «classico».

Terroristi nella Storia Antica

Terroristi nella Storia Antica

Atti di terrorismo nell’antichità romana
Autore/i: Montecchio Luca
Editore: Graphe.It
pp. 200, Perugia

La parola rerrorismo ha origine dal termine latino “terror” che significa “alicui terrorem ferre”, propriamente “portare terrore a qualcuno”, ma anche “terrorizzare qualcuno”. È possibile supporre l’esistenza di forme e/o atti di terrorismo in epoca antica? Sì, senza dubbio. Tuttavia si deve evitare di confondere le epoche e di cadere nell’errore di applicare aspetti e caratteri di questioni contemporanee alla storia antica. Nel corso della storia romana annoveriamo vari episodi che possono essere considerati come “atti terroristici”. La storiografia, fino a ora, li ha valutati meri “atti di guerra”, ma una rilettura è necessaria.

Giuliana di Norwich. La Mistica della Gioia

Giuliana di Norwich. La Mistica della Gioia

Brani scelti da Rivelazioni dell’amore divino
Autore/i: Giuliana Di Norwich
Editore: Libreria Editrice Vaticana
A cura di Giuliana Vittoria Fantuz pp. 166, Città del Vaticano

Il volume propone una selezione di brani tratti da Rivelazioni dell’Amore Divino, il libro scritto alla fine del Trecento da Giuliana di Norwich. Giuliana è una mistica inglese considerata una delle più grandi figure mistiche della storia, oggi acclamata come teologa. Le sue parole, scritte in un momento di malessere sociale e di disordini civili, parlano dell’amore e della misericordia di Dio, di valori come la speranza e la fedeltà. Il suo messaggio si adatta perfettamente ai nostri tempi. In un mondo che attraversa sconvolgimenti, con minacce di guerra, in cui la società sembra mancare di valori precisi, le parole cariche di amore, misericordia e fedeltà a Dio di Giuliana ci riempiono ancora una volta di coraggio.

L’Iniziazione nei Versi d’Oro di Pitagora e nel Commento di Ierocle

L’Iniziazione nei Versi d’Oro di Pitagora e nel Commento di Ierocle

Autore/i: Ni.Bar
Editore: BastogiLibri
La traduzione dal greco dei “Versi d’Oro” è di Agata Nicotra pp. 112, Roma

Il presente saggio tratta dei Versi d’Oro di Pitagora, tradotti ex novo, e del Commento di lerocle agli stessi, che notevolmente ne amplia il significato. Nell’occuparsene, l’autore riporta alcune notazioni dei maggiori esoteristi che di essi hanno scritto e introduce delle considerazioni relative a forme iniziatiche tuttora in essere. In particolare farà principalmente riferimento alla Libera Muratoria perché, se di iniziazione si parla, non si può fare a meno di confrontarsi con essa, dato che conserva tuttora nei suoi Rituali il deposito della Tradizione.

Nel corso della trattazione l’autore espressamente nota come, contrariamente a quanto qualche commentatore ha invece in passato asserito, i Versi non siano solo un elenco di precetti che qualsiasi uomo dotato di buon senso, di onestà intellettuale, di specchiata moralità può condividere e mettere in pratica. Ben altro che questo è il fine dell’esoterismo e dell’iniziazione che da esso può conseguire; e man mano che ci si addentrerà nella lettura il loro vero valore risulterà ben evidente.

GIUSEPPE BARRESI è nato in Terra di Sicilia nel 1947. Bancario in pensione, coltiva interessi esoterici e da qualche anno si è dedicato, sotto lo pseudonimo di ni.bar, alla scrittura. Per i tipi della Tipheret Editore (Gruppo Editoriale Bonanno) ha pubblicato: Dai Faraoni ai Costruttori: un viaggio esoterico all’interno delle caste (2010), Dalle Cattedrali al Tempio: nascita e simboli delle Libera Muratoria (2010), Il Nero e il Bianco: un realistico thriller esoterico (2010), All’ombra della Loggia: l’utopia di Fontechiara all’Oriente di Roccarasa (2011), Introduzione alla Libera Muratoria: istruzioni per l’uso (2014). Sia in versione cartacea che in e-book, ha pubblicato: Il Castello di Tura: viaggio nell’animo e ritorno (2013), Le nuove storie di Giufà: ovvero Giufà e il grande imbroglio (2013), Racconti allo specchio e altre storie (2013). Ha in passato collaborato con la rivista Ricerche del CRES (Centro di Ricerche Economiche e Scientifiche), con il periodico di cultura siciliana Agorà, con la Rivista di studi esoterici, storici e filosofici Kosmos 315 e collabora attualmente con Rassegna trimestrale di Studi Tradizionali Ouroboros.

Golden Lenormand Oracle

Golden Lenormand Oracle

Autore/i: AA. VV.
Editore: Lo Scarabeo
Edizione multilingue 36 carte con istruzioni, Torino

Le carte Lenormand sono, senza dubbio, le carte oracolari più usate al mondo.
L’ Oracolo Lenormand Dorato è un Lenormand classico dell’Ottocento, ma realizzato con impressioni in oro sulle carte e coadiuvato da un dettagliato libretto di istruzioni.

La Duchessa di Chevreuse

La Duchessa di Chevreuse

Maria di Rohan
Autore/i: Batiffol Louis
Editore: Dall’Oglio Editore
traduzione dal francese di Amilcare Locatelli pp. 288, ill. b/n, Milano

IL DUCA DI MONTBAZON – MARIA DI ROHAN: INFANZIA E INDOLE – LE NOZZE CON IL DUCA DI LUYNES – ANNA D’AUSTRIA – L’ASCENDENTE DELLA DUCHESSA SULLA REGINA – LA SIGNORA DI LUYNES E LUIGI XIII – LA SUA CADUTA IN DISGRAZIA.

Verso la metà del secolo XIX si vedeva ancora a Parigi, all’angolo della Rue de l’Arbre-Sec con la Rue de Béthizy, una vecchia casa che conservava le tracce eleganti d’un palazzo nobiliare d’altri secoli. In fondo a un cortile disselciato e rovinato dal tempo sorgeva un edificio in mattoni con modanature di pietra e il tetto a sesto acuto; le finestre, munite di inferriate al pianterreno, erano fiancheggiate lungo i due piani da piccole colonne con capitelli ionici. Era un edificio del Rinascimento. Dopo essere appartenuto nel secolo XVI al grande cancelliere Antonio di Bourg ed essere stato affittato all’ammiraglio Coligny (assassinato in quelle stanze nella notte di San Bartolomeo, 24 agosto 1572) il palazzo fu acquistato nel 1614 da un ricco signore: Ercole di Rohan, duca di Montbazon, Pari di Francia e capo delle cacce reali.

Sauval narra che il duca lo fece restaurare e abbellire, volle che fosse scolpita sulla porta a lettere d’oro la scritta «Palazzo di Montbazon» e vi sfoggiò uno sfarzo incredibile. Le modeste proporzioni di quella casa, come si poteva osservarle prima che venisse demolita nel 1853, erano in contrasto con l’antico sfarzo. Durante il regno di Luigi XIV l’edificio diventò un albergo, ma in passato aveva conosciuto grandi splendori…

Greek and Roman Religion

Greek and Roman Religion

Collected essays
Autore/i: Mora Fabio
Editore: Edito in proprio
pp. 280, Columbia (USA)

Summary

Foreword

Il potere religioso in Grecia e a Roma in G. Gnoli – G. Sfameni Gasparro (a cura di), Potere e religione nel mondo indo-mediterraneo tra ellenismo e tarda antichità (Roma ottobre 2004), Roma 2009, 217-242

Evoluzione diacronica della religione greca, Gerion 2002, 153-195

Policrate e il santuario di Delfi, in M. Sordi (a cura di), Santuari e politica nel mondo antico, ClSA 9, Milano 1983, 105-116

Gli indovini elei e la guerra, in M. Sordi (a cura di), I santuari e la guerra nel mondo antico, ClSA 10, Milano 1984, 31-40

Sovranazionalità e sovraregionalità dei santuari greci: la partecipazione di stranieri e non cittadini, in A. Naso (a cura di), Stranieri e non cittadini nei santuari greci. Atti del convegno internazionale, Firenze 2006, 13-23

Zur Religionspolitik in der romischen Kaiserzeit, ZfR 10, 2002, 51-70

L’organizzazione romana del tempo, Polifemo 2, 2002, 183-206

Pontifex, Polifemo 3,2003, 35-39

Soprannomi teofori e soprannomi servili romani, Aevum 1986, 47 -49

Die griechischen theophoren Namen (im Bereich der griechischen lnseln), Pomoerium 1, 1994, 15-35

Theophore Namen als Urkunden lokaler Religion, in H.G.Kippenberg (ed.), Lokale Religionsgeschichte, DVRG – Tagungsband zur DVRG – Jahrestagung 1993 in Bremen, Marburg 1995, 101-117

Nomi teofori e politeismo greco: prospettive di ricerca, in G. Sfameni Gasparro (ed.), Agathé Elpis. Studi storico-religiosi in onore di U. Bianchi, Roma 1995, 177-186

Osservazioni sul sistema onomastico greco (1994), inedito

Ancient Authors and Religion

Ancient Authors and Religion

Collected essays
Autore/i: Mora Fabio
Editore: Edito in proprio
pp. 286, Columbia (USA)

Summary

Foreword

I silenzi erodotei, SSR 5 (2), 1981, 210-222

L’etnografia europea di Erodoto, in M. Sordi (a cura di), L’Europa nel mondo antico, CISA 12, Milano 1986, 57-67

Religious Silence in Herodotus and in the Athenian Theatre, in The Regions of Silence, Studies on the difficulty of communicating, London Classical Studies 17, Amsterdam 1987, 41-65

L’interpretazione delle collettività divine in Strabone (X, 3) e la fenomenologia religiosa di Posidonio, SMSR 59, 1993, 7-19

La critica del sacrificio nel VII libro di Arnobio, Cassiodorus 5, 1999, 203-224

Storiografia greca e romana, DHA 25, 1999, 7-33

Religionswissenschaftliches Denken in der Antike, ZRGG 51, 1999, 17-29

“Irrazionalismo” nazionalistico nel pensiero teologico di Cicerone, BollStudLat 33, 2003, 3-26

Fenomenologia universalistica e metodo storico-religioso in Posidonio in H.J. Gehrke – A. Mastrocinque (a cura di), Roma e l’Oriente nel l sec. a.c., Cosenza 2009, 181-204

Nuclei d’interesse e strategie interpretative nelle Quaestiones Romanae di Plutarco, Gerion 25, 2007, 329-370

I saecula etruschi, RAnt 5, 2008, 135 -142

I King. Manuale Pratico

I King. Manuale Pratico

Una guida semplice e indispensabile per la consultazione del più celebre testo divinatorio tramandato nei secoli dalla saggezza orientale
Autore/i: Wing R. L.
Editore: Newton Compton
Traduzione di Massimo Mongai pp. 176, ill. b/n, Roma

L’ I King (ossia Il libro dei mutamenti) è senza dubbio il più celebre testo divinatorio, che Jung apprezzò per primo in Occidente, dedicandogli un famoso saggio. Scritto oltre 3000 anni fa, è uno dei libri più antichi del mondo ed ha avuto una grande influenza sul pensiero orientale. I più grandi filosofi cinesi, da Lao Tze a Confucio, ne subirono il fascino e a loro volta lasciarono un’impronta in questo grande libro, dedicandogli studi, scrivendane commenti e suggerendone interpretazioni.
Questo volume guida il lettore moderno all’interptetazione del celebre «oracolo», aiutandolo a orientarsi nel suo linguaggio ricco di immagini e simboli, anche per mezzo di numerosi esempi pratici. Tutti, anche i non esperti, potranno così accostarli al singolare mondo della divinazione e apprendere, in un linguaggio semplice e chiaro, le tecniche per consultare Il libro dei mutamenti.

La Langue des Oiseaux

La Langue des Oiseaux

Autore/i: Khaitzine Richard
Editore: Dervy
Tomo I pp. 346, tomo II pp. 343, Paris (France)

Tome I – Quand littérature et ésotérisme se rencontrent.

Tome II – De l’alchimie du verbe à la permutation des mots

Libreria ASEQ s.r.l. - Via dei Sediari, 10 - 00186 Roma - Tel. 06 6868400 - Partita IVA 08443041002