Libreria ASEQ - Via dei Sediari, 10 • 00186 Roma - Email: info@aseq.it - Tel. 06 6868400

Selezione di volumi Aseq Editrice

Il Giappone Moderno

Il Giappone Moderno

Dall’Ottocento al 1945
Autore/i: Revelant Andrea
Editore: Einaudi
pp. XV-568, Torino

La parabola compiuta dal Giappone imperiale tra Otto e Novecento, dalla costruzione dello stato-nazione unitario fino alla disfatta bellica, è densa di spunti per una riflessione sul significato della modernità e del suo manifestarsi nel mondo in forme diverse secondo le condizioni locali. Il volume mira a collocare saldamente lo specifico caso giapponese nel suo contesto regionale e globale, offrendo al tempo stesso una prospettiva extraeuropea su fenomeni transnazionali di ampio respiro.
Le vicende trattate sono di particolare interesse per l’osservatore italiano, data l’abbondanza di spunti per un confronto fra le storie parallele dei due paesi. Si pensi, in ambito politico, a questioni quali l’unificazione nazionale, l’evoluzione in senso parlamentare del sistema di governo sotto la monarchia, la ricerca di un riconoscimento paritario da parte delle grandi potenze, la crisi del liberalismo e l’avvento di un regime autoritario che condusse il paese al disastro nella Seconda guerra mondiale. Collegati a questi temi, sul piano dei rapporti socio-economici si possono tracciare invece il processo di industrializzazione, i conseguenti squilibri territoriali, l’emergere dei movimenti di massa e di una cultura popolare sorretta dai mezzi di comunicazione moderni.

Il Cristianesimo

Il Cristianesimo

Saggio di sintesi
Autore/i: Charlier Célestin
Editore: Edizioni Paoline
Editoriale, traduzione e note di Giancarlo Vendrame pp. 556, Roma

Scrive la rivista internazionale dei Gesuiti «Gregorianum» (1981): «Dopo La lettura cristiana della Bibbia [Edizioni Paoline 1961,1979] dom Célestin Charlier osb non pubblicò più altri libri. Mai però cessò di insegnare, specialmente ai laici. Era dotato di un carisma particolare: quella Bibbia che andava spiegando balzava viva agli occhi dei suoi ascoltatori. Fu appunto nell’ambito dei corsi biblici da lui diretti che nacque il progetto di questa sintesi del cristianesimo a partire dalla Bibbia». – Eccone lo schema. Secondo la fede cristiana, l’inconoscibile Dio vuole rendere testimonianza di se stesso inviando un suo Testimone: Gesù di Nazaret, il quale afferma di essere il Figlio di Dio. Ma si tratta di un testimone attendibile? È qual è il contenuto della sua testimonianza? A tali interrogativi rispondono i due Libri in cui si articola l’opera. Il primo illustra le ’pretese’ del Testimone, rifacendosi a quanto ne scrivono Paolo di Tarso, i vangeli sinottici e l’Antico Testamento. Il secondo libro è interamente dedicato alla testimonianza del Testimone, la quale «può essere ridotta a due righe: ’lo sono il Figlio del Padre nello Spirito Santo; sono venuto a rivelarlo agli uomini affinché diventino essi pure figli del Padre nello Spirito’. Il cristianesimo è tutto qui. Lo si può condensare in poche parole, ma è inesauribile da scrutare». Seguendo allora un movimento trinitario, Charlier espone dapprima «il disegno del Padre ovvero l’origine della salvezza» (Trinità), poi, «il mistero nello Spirito ovvero l’attuazione della salvezza» (Cristologia), infine «la vita nello Spirito ovvero l’accettazione della salvezza» (una Morale per cristiani come figli del Padre). – È impossibile cogliere la ricchezza di quest’opera se non si dà almeno uno sguardo all’ampio indice. La sua originalità, bene illustrata dal lucido editoriale di Giancarlo Vendrame, viene così sintetizzata dal recensore di «Nouvelle Revue Théologique» (1980): «il lettore sarà lieto di trovare in questo libro il contenuto della sua fede esposto alla luce della Scrittura». Proprio ciò distingue il lavoro di Charlier da tutte le «Essenze del cristianesimo» che diversi teologi (mai prima d’ora dei biblisti) sono venuti elaborando nell’ultimo secolo.

Cor Jesu Sacratissimum

Cor Jesu Sacratissimum

Dal Secolarismo e dal New Age a una Cristianità rinnovata
Autore/i: Buck Roger
Editore: Estrella De Oriente
Traduzione di Michèlle Leks e Mario Messina pp. 488, Caldonazzo (TN)

Il Cor Jesu Sacratissimum è il cuore del mondo, il battito del Cuore della Chiesa, oggi sempre più occultato. Scopo di questo libro è far conoscere le forze che operano tale occultamento: il movimento New Age, la secolare cultura globalizzata nata dall’Illuminismo, l’eredità sovente nascosta del Protestantesimo nel mondo anglo-americano e infine, forse componente maggiore, gli eccessi liberali della stessa Chiesa, seguiti al Vaticano II. Seguiamo l’autore, che ha vissuto in vari paesi europei tra cui la Francia e l’Irlanda, nel suo percorso di conversione al Cattolicesimo, da quando si trovava immerso nell’ideologia New Age, fino alla liberazione trovata nella Tradizione cattolica, grazie anche all’aiuto di due pensatori cattolici: Valentin Tomberg e Hilaire Belloc. Attingendo alla sua conoscenza del mondo New Age, Roger Buck ne svela le origini orientali in un modo che va ben oltre ciò che è stato scritto fin qui sull’argomento. Affronta il sonno della cristianità in Occidente, sostenendo che gli occidentali abbiano fatto la tragica scelta del secolarismo o di una vaga spiritualità New Age post-cristiana, che subdolamente spersonalizza ciò che è veramente umano. Sostiene che la sola risposta consista nel restaurare la cultura cattolica integrale e nel ritornare alla devozione al Sacro Cuore di Gesù, devozione nata in Francia all’inizio della modernità. Soltanto così si potrà giungere a una cristianità rinnovata.

Altre Menti

Altre Menti

Il polpo, il mare e le remote origini della coscienza
Autore/i: Godfrey-Smith Peter
Editore: Adelphi
Traduzione di Isabella C. Blum pp. 304, ill. a colori f.t., ill. b/n, Milano

Benché mammiferi e uccelli siano unanimemente considerati le creature più intelligenti, si va imponendo una diversa, sorprendente, evidenza: da un ramo dell’albero della vita assai distante dal nostro è nata una forma di intelligenza superiore, i cefalopodi – ossia calamari, seppie e soprattutto polpi. In cattività, i polpi sono in grado di distinguere l’uno dall’altro i loro guardiani, di compiere scorrerie notturne nelle vasche vicine per procurarsi del cibo, di spegnere le luci lanciando getti d’acqua sulle lampadine, di mettere in atto ardite evasioni. Com’è possibile che una creatura tanto dotata abbia seguito una linea evolutiva così radicalmente lontana dalla nostra? Il fatto è – ci rivela Peter Godfrey-Smith, indiscussa autorità in materia e appassionato osservatore sul campo – che i cefalopodi sono un’isola di complessità mentale nel mare degli invertebrati, un esperimento indipendente nell’evoluzione di grandi cervelli e comportamenti complessi. È probabile, insomma, che il contatto con i polpi sia quanto di più vicino all’incontro con un alieno intelligente ci possa mai capitare. Ma Godfrey-Smith tocca in questo libro un altro punto capitale: nel momento in cui siamo costretti ad attribuire un’attività mentale e una qualche forma di coscienza ad animali ben distanti da noi nell’albero della vita, dobbiamo anche ammettere di non avere certezze su che cosa sia la nostra coscienza di umani. E forse questa via è una delle migliori per arrivare a capirlo.

L’Energia Segreta della Mente

L’Energia Segreta della Mente

Simboli ed esercizi pratici per il risveglio del magnetismo e lo sviluppo delle potenzialità
Autore/i: Paret Marco
Editore: L’Età dell’Acquario
pp. 424, Torino

Le gabbie da cui è più difficile uscire sono quelle invisibili: le paure, le insicurezze, i pregiudizi.

Ma le chiavi della libertà interiore sono già in mano nostra, basta solo imparare a usarle.

È possibile allargare i nostri orizzonti esistenziali? Acquisire una nuova consapevolezza della realtà che ci circonda? Rendere concreti e attuabili i sogni di una vita intera altrimenti destinati ad ammuffire in un cassetto?
Questo libro non solo ci dimostra che è possibile, ma, attraverso gli oltre cento esercizi pratici di una variegata e stimolante palestra del corpo e della mente, ci indica anche il percorso da seguire per realizzare pienamente tutte le nostre potenzialità fisiche e intellettuali. Ci insegna a rilassare i muscoli e gli organi interni, a rivitalizzare il respiro, a dominare le compulsioni e i pensieri negativi che deteriorano la nostra salute, a disintossicare la mente dalle fissazioni, a incrementare la nostra potenza creativa.

La forza magnetica che dorme dentro di noi può e deve essere risvegliata da uno stato di trance quotidiana, che ci impedisce di conquistare la felicità e il successo: ma prima occorre recuperare una percezione autentica del tempo, riscoprire il potenziale energetico della nostra sessualità vissuta in tutta la sua pienezza, scrollarci di dosso le rigidità e le tensioni bloccanti frutto di abitudini nocive che finalmente saremo capaci di sradicare.

Antiche Iscrizioni Cristiane

Antiche Iscrizioni Cristiane

Autore/i: AA. VV.
Editore: Edizioni Fussi
A cura di Paolo Lino Zovatto pp. 70, ill. b/n, Firenze

Estratto dall’Introduzione

[…] Anche i cristiani, fin dai primi tempi, usarono largamente le epigrafi, sull’esempio dei pagani, come si servirono dell’ arte e della lingua greca e romana a diffondere il nuovo patrimonio spirituale, ad elaborare nuovi motivi poetici ed iconografici per opere del tutto originali.
Le iscrizioni cristiane sono, nella loro quasi totalità di carattere sepolcrale. Venivano applicate sulla chiusura dei loculi, incise sul marmo o dipinti sulle tegole o anche graffite sulla calce con cui si formavano le chiusure stesse, qualche volta sono anche scritte al carbone (sec. I-IV) sugli arcosoli, sulle formae (fosse sepolcrali praticate sul pavimento) sono sempre incise su lastre di marmo di spessore maggiore di quelle usate per la chiusura dei loculi (dal sec. IV al VI). Delle iscrizioni funebri dei loculi sotterranei, pochissime sono del sec. I, alcune del II, più numerose quelle del III, numerosissime quelle del IV.
Grande sobrietà di stile, scarsità di simboli (ancora, palma etc.), uso di brevissime acclamazioni (tra cui predomina il Saluto apostolico pax tecum, pax tibi o semplicemente in pace) distinguono le iscrizioni cristiane primitive. Dal sec. III, si aggiunge il termine depositus o depositio, seguito dalla data della deposizione del cadavere nella tomba. In questa voce è incluso il concetto della resurrezione, ed è in contrapposto alla voce situs, che esprime l’idea del permanere perpetuo delle spoglie mortali in un dato luogo….

Romana Religio e Thule Italia

Romana Religio e Thule Italia

Il progetto massonico nazionale G.L.D.M.
Autore/i: Hyperion Helios
Editore: BastogiLibri
pp. 88, ill. b/n, Roma

Grande loggia di Metatron, dal nome dell’arcangelo enochiano, nasce oltre dieci anni fa da un progetto di ricerca esoterica sulle basi della antropologia culturale. In forte connessione con guide operative di tipo angelico, il movimento ha gettato alcune basi di nuova filosofia, dal culto degli avi allo sciamanesimo, dall’antica religione romana al sistema greco romano di gnosi e conoscenza profonda del sé, in una relazione tra uomo e territorio, non escludendo connessioni magiche eventuali. La loggia impartisce insegnamenti esoterici rivolti ad un accrescimento delle esperienze personali. Scopo delle affiliazioni è la evoluzione spirituale e la creazione di nuovi maestri adepti e iniziati ai sacri misteri. Le materie di studio ed indagine riguardano molti campi del sapere, prevalentemente riferiti alle scienze della terra e dell’uomo. La loggia è di tipo antico rosacrociano e prevede iniziali periodi di purificazioni rituali intense, da ripetersi due volte l’anno. Gli iniziati sono legati fortemente alla preghiera e alla serenità di animo e cercano risposte personali e accrescimento individuale.

L’Occulto Cattolico – Mistica

L’Occulto Cattolico – Mistica

Anfiteatro delle scienze morte
Autore/i: Sar Merodack Peladan Josephin
Editore: Psiche 2
A cura di Luca Sartore pp. 324, ill. a colori e b/n, Torino

Estratto dall’Introduzione

[…] L’Occulto Cattolico non è una palinodia, ma un compendio meditato volto a chiarir la dottrina del l’Anfiteatro delle Scienze Morte, e che senza dubbio calmerà le coscienze inquiete.

Nel 1880, il Mago, l’uomo pensante, vivente, che agisce secondo il determinismo occulto, non esisteva nella rappresentazione letteraria. Il Vizio Supremo rivelò, nei tratti di Merodack, un ideale della personalità, nuovo a forza d’antichità.

Dal 1880 la disciplina occulta ha visto pullulare i suoi studiosi: Eliphas Levi e Lacuria, – il primo soprattutto, – divennero dei capiscuola postumi; e oggi la magia, divenuta oramai familiare, usuale, parigina, ha i suoi giornali, i suoi eruditi, i suoi conferenzieri, riconosciuta ufficialmente come utilità cerebrale.

La stessa reputazione che fino a tre secoli fa’ menava al rogo, apre ai nostri giorni le porte più qualificate e s’accomoda con le pubbliche funzioni. I futuri Paracelso trovano il loro cammino per Damasco sotto le gallerie dell’Odèon: l’occulto è svelato (per quanto sia possibile). Molti son quelli che portano una mano temeraria o pia sul velo d’Iside, e ognuno ne strappa un frammento, la propria parte nel gran saccheggio del mistero….

Omero ed Ermete Trismegisto

Omero ed Ermete Trismegisto

Autore/i: Julliot De La Morandiere Gabriel
Editore: Edita Casa Editrice e Libraria
Con un saggio di Luca Valentini pp. 96, ill. b/n, Taranto

Estratto dall’Introduzione

I poemi omerici raffigurano splendidamente l’essenza della doricità, dell’uomo elleno, della sua religiosità, del suo sapere che è conquista della visione: egli conosce i Θεοί, gli Dei, perché ne percepisce spesso la presenza, alcune volte ha la facoltà di guardarli faccia a faccia; tale è la realtà noetica dei versi del grande Vate dell’antichità, sia nell’Iliade che nell’Odissea, in cui spesso affiorano le tracce di un preciso riferimento alchimico alla via eroica al Divino. Così come espressione della regalità iniziatica, in Achille, in Diomede, la palingenesi dell’Eroe Divino che, sconfitti i nemici, il fato, i Numi avversi, giunge Vittorioso alla dimora di Zeus o in patria, come nel caso di Ulisse, per ricevere il ramoscello di ulivo caro ad Athena, non da un uomo sconfitto, lacerato interiormente, ma da uomo degno e parimenti valorizzato ontologicamente rispetto agli abitanti dell’Olimpo. Questo è il senso profondo che Gabriel Julliot de la Morandière attribuisce a questo classico che esce nella collana di Arcana di Edit@, con un saggio introduttivo di Luca Valentini su Epica e Palingenesi”.

I Geroglifici di Sir Thomas Browne

I Geroglifici di Sir Thomas Browne

Autore/i: Calasso Roberto
Editore: Adelphi
pp. 192, Milano

Prima di essere decifrati da Champollion, i geroglifici egiziani vennero interpretati – in una lunga e grandiosa linea di pensiero che va dalla tarda antichità al diciassettesimo secolo, da Plotino ad Athanasius Kircher – come una lingua non discorsiva, segreta e rivelatrice, fatta solo di immagini. Sir Thomas Browne (1605-1682) pose in atto questa concezione in tutta la sua opera di erudito e sommo prosatore – opera discreta, elusiva, difficilmente classificabile; fondata su di una cultura composita, stratificata e ormai remota; scritta in una lingua coperta dalla patina del tempo, in cadenza naturalmente religiosa e cerimoniale. Un’opera che si presenta come una complessa figura sul punto di disfarsi, come un mosaico le cui tessere stiano per essere separate e disperse. Alcuni degli elementi che sono delicatamente congiunti in quelle pagine, in un equilibrio ricco e precario, non si sono mai più ritrovati in così stretto contatto. In Browne la medicina e la teologia, l’erudizione antiquaria, la scienza naturale e il simbolismo ermetico si compongono in un solo discorso dalle molteplici e divergenti articolazioni. Il tempo, che ha rivelato sempre più lo splendore della sua prosa, ha anche confuso i tratti di quel discorso, ne ha offuscato i diversi significati. In quegli scritti alcune parole sono creste di continenti sommersi, sicché la perlustrazione delle topografie nascoste dovrebbe precedere ogni giudizio sull’opera. Una traccia può esser data dalla parola «geroglifico».

Il Bandito del Deserto

Il Bandito del Deserto

Autore/i: al-Shanfarā
Editore: La Vita Felice
Testo arabo a fronte.
Traduzione di Francesco Gabrieli pp. 66, Milano

Thābit bin Malik, più noto con il soprannome di al-Shanfarā al-Azdī, o semplicemente come al-Shanfarā, è una delle figure poetiche che maggiormente spiccano nella tradizione storico-letteraria dell’Arabia pagana, nei decenni immediatamente precedenti la missione profetica di Maometto (fine del VI sec., inizio del VII d.C.). Secondo tale tradizione, di cui non v’è ragione di mettere in dubbio la sostanziale autenticità, al-Shanfarā, appartenente alla tribù degli Azd, avrebbe condotto una vita solitaria, raminga e avventurosa nell’Hegiaz meridionale e nello Yemen, da razziatore e bandito, respinto sia dalla sua tribù originaria, che lo mise al bando, sia da quella che l’aveva riscattato dopo che fu fatto prigioniero. La leggenda vuole inoltre che egli avesse giurato di vendicarsi dei torti subiti dai membri della tribù che lo aveva riscattato, rei di avergli negato il matrimonio con Qu‘sūs, figlia di un sayyid dei bin Salāmān, uccidendo cento dei suoi antichi compagni. Sarebbe però morto dopo averne uccisi solo novantanove, anche se il suo teschio, insepolto e sporgente dal suolo, avrebbe causato la caduta e la morte del centesimo, permettendo così al poeta di compiere, postuma, la propria vendetta. Di questo Archiloco o Villon del deserto ci restano, disperse in varie fonti storico-letterarie, scarse reliquie: poco più di centonovanta versi in cui il poeta celebra la propria vita di rischio e d’avventura.

Piramidologia Applicata alla Radionica

Piramidologia Applicata alla Radionica

Studio e pratica dell’uso della piramide per riequilibrio energetico
Autore/i: Prever Maria Grazia
Editore: Psiche 2
pp. 154, ill. a colori e b/n, Torino

Fin dall’antichità l’uomo ha sempre sentito l’esigenza di costruire strutture imponenti rivolte verso l’alto. Il potere della forma è la capacità delle forme multidimensionali di manipolare l’energia dello spazio locale. In questo contesto si parlerà della forma piramidale, di come si crea l’energia a spirale nella piramide, delle sue qualità e dei benefici che questa forma può avere sulla vita quotidiana materiale e spirituale dell’uomo e sul suo benessere, come la piramide acquista una importante utilità con l’applicazione della radioestesia e la radionica.

L’Essenza del Cristianesimo

L’Essenza del Cristianesimo

Autore/i: Von Harnack Adolf
Editore: BastogiLibri
Traduzione dal tedesco di A. Bongioanni pp. 222, Roma

Scrittore autorevolissimo di argomenti teologici e storico-religiosi (Critica delle fonti della storia dello Gnosticismo, Contributo alla storia della chiesa marcioniana, Storia della letteratura cristiana antica, Storia del Dogma) Hamack affronta in questo libro un argomento tra i più ardui e controversi.
Organizzato per “conferenze”, esso può dividersi distintamente, in due parti. Nella prima, vi è l’esame puntuale e profondo degli insegnamenti della dottrina innovativa del Cristianesimo. Nella seconda lo studio riguarda lo sviluppo storico della religione cristiana quando al periodo apostolico succede l’età del cattolicesimo romano, fino al protestantesimo.
Si tratta di un’opera di indubbio valore che coinvolge il lettore in una meditazione fondamentale sulla cristologia e sui suoi sviluppi storici e dottrinali.

Bioenergetica. La Via dell’Equilibrio – Vol. 2

Bioenergetica. La Via dell’Equilibrio – Vol. 2

Conquistare la maestria del corpo
Autore/i: Maule Vigilio
Editore: Psiche 2
pp. 294, ill. a colori, Torino

In questo II volume di “Bioenergetica. La via dell’equilibrio“, impariamo l’arte di vivere un corpo interattivo con la propria mente che lo gestisce, con la propria anima che lo espande e con il proprio spirito che lo guida. Attraverso la presa di coscienza di un corpo in movimento si aprono le vie evolutive, e imparando a osservarlo nella sua totalità che si trasforma in “energia creativa”, non sarà più considerato come un caduco elemento, staccato dalla propria coscienza, ma diverrà uno strumento abile a condurci verso le destinazioni ambite e desiderate. Se il corpo umano inizia a interpretarsi attraverso gli strumenti della natura e si fa maestro delle leggi universali, insite nella sua forma, sicuramente può diventare capace di navigare nello spazio-tempo, oltre i limiti conosciuti.

Le Costituzioni dei Liberi Muratori 1723

Le Costituzioni dei Liberi Muratori 1723

Contenenti la storia, i doveri, i regolamenti, ecc. di quella più antica e molto venerabile fratellanza. Ad uso delle Logge
Autore/i: Anderson James
Editore: BastogiLibri
Introduzione di Lionel Vibert, P.M. della Quatuor Coronati Lodge N. 2076 di Londra.
Traduzione di Giordano Gamberini pp. 136, Roma

Nel Post Boy del 26-28 febbraio 1722-3 apparve il seguente avviso: Oggi sono state pubblicate Le Costituzioni dei Massoni contenenti la Storia, i Doveri, i Regolamenti ecc. di tale antica e molto Venerabile Fratellanza, ad uso delle Logge. Dedicate a Sua Grazia il Duca di Montagu, ultimo Gran Maestro, per Ordine di Sua Grazia il Duca di Wharton, l’attuale Gran Maestro, autorizzate dalla Gran Loggia dei Maestri e Sorveglianti nella assemblea trimestrale. Autorizzate ad essere pubblicate e raccomandate ai Fratelli del Gran Maestro e del suo Deputato. Stampate nell’anno della Massoneria 5723; di nostro Signore 1723. In vendita da J. Senex e J. Hocke, entrambi residenti di fronte alla Chiesa di S. Dunstan in Fleetstreet. Questo fu il lavoro che da allora è stato conosciuto come le Costituzioni di Anderson del 1723.

Il Giornale dei Misteri N. 540 Novembre-Dicembre 2018

Il Giornale dei Misteri N. 540 Novembre-Dicembre 2018

Autore/i: AA. VV.
Editore: I Libri del Casato
pp. 64, ill. b/n, Siena

Sommario

L’EDITORIALE

LE VOSTRE LETTERE

Parapsicologia – Ricerca spirituale

UNO SGUARDO SUL MONDO a cura di Giulio Caratelli

GLI SPIRITI DI GETALSA di Biagio Filardi (4)

LA MENTE E I SUOI POTERI di Stefano Mayorca (19)

SRI AUROBINDO di Fabio Ambrosi (3)

LA MUSICA DELLE SFERE di Tiziano Bellucci

QUEL SOGNO DI PETRARCA di Giulio Caratelli

DON GIUSEPPE, INVIATO SPECIALE a cura di Elio Pastore (12)

Scienza e Natura

LE AFFASCINANTI AURORE BOREALI di Maria Luisa Felici

IL DETECTIVE DELLA SCIENZA a cura di Massimo Valentini

DAL PINO MARITTIMO UN RIMEDIO NATURALE di Lorenzo Bruno

SESSUALITÀ E SENTIMENTO di Loris Pinzani

Società

LA SCATOLA DI DIO di Elena Greggia

GLI INSORGENTI Rubrica sui costumi e sulla lingua. I falò o riti del fuoco di Isidoro Sparnanzoni

Simboli e miti

LA CITTÀ IDEALE DI FERDINANDO IV DI BORBONE di Paola Giovetti

SULLE TRACCE DI AKAHIM di Marco Zagni

LE STELLE NEL NOSTRO KARMA di Susanna Rinaldi

Ufologia

LA PERCEZIONE DEL FENOMENO UFO di Pietro Marchetti – G.A.U.S.

FENOMENI INSPIEGABILI a cura di Solas Boncompagni

UFO NEWS a cura di Autori Vari

FRA GLI ALTRI LIBRI a cura di Autori vari

Cabalà e Antroposofia

Cabalà e Antroposofia

Autore/i: Tarditi Spagnoli Giorgio
Editore: Psiche 2
pp. 504, ill. a colori e b/n, Torino

Questo libro è stato scritto per aiutare coloro che, studiando queste due grandi correnti dei misteri occidentali si sono posti la domanda: quale relazione sussiste tra cabala e antroposofia? Il libro è una prima risposta a questa domanda e, chiaramente, non pretende di esaurire la questione. La speranza è poter contribuire a formulare le giuste domande.

Il Tarocco Restituito e Spiegato da Eliphas Levi

Il Tarocco Restituito e Spiegato da Eliphas Levi

Disegnato e commentato da Eliphas Ben Zahed
Autore/i: Levi Eliphas
Editore: Om Edizioni
Presentazione di Carlo G. Nuti pp. 300, ill. a colori, Quarto Inferiore (BO)

Estratto dalla Presentazione

Il Tarocco restituito e spiegato è un volume che raccoglie i brani più significativi sui tarocchi scritti e tratti dalle diverse opere di Eliphas Levi, in particolare dall’ epistolario Lettres au Baron Spédalieri, e raccolte anonimamente da uno o più dei suoi discepoli.

Questo testo trae origine da un manoscritto originale che mi fu lasciato da Vinci Verginelli; le 78 lame furono disegnate e dipinte in acquerello da Eliphas ben Zahed su indicazione dello stesso Levi. I disegni dei tarocchi qui riprodotti fanno parte della donazione che Verginelli fece alla Biblioteca dell’Accademia Nazionale dei Lincei (dove tuttora si trovano) nota come “Raccolta Verginelli-Rota di antichi testi ermetici”, una delle più importanti collezioni di antichi testi ermetici a stampa e manoscritti.
I riferimenti bibliografici, dai quali sono stati tratti i singoli brani di Eliphas Levi e citati dal compilatore, sono quelli delle prime edizioni francesi prevalentemente della seconda metà del XIX secolo.

Necronomicon

Necronomicon

Il libro segreto dei Nephilim
Autore/i: Anonimo
Editore: Aradia
A cura di Azazel.
Edizione speciale 2018 a copie numerate.
Contiene il Diario di Azarak pp. 240, ill. b/n, Puegnago del Garda (BS)

Il Necronomicon è un trattato di Ars Goetia, la controparte oscura della Teurgia, che insegna come entrare in contatto con antiche entità disincarnate che un tempo, prima della caduta, regnarono sovrane su questa Terra. Coloro che H. P. Lovecraft chiama “Grandi Antichi” nei suoi racconti.
Secondo quanto da lui narrato quest’opera arcana fu scritta a Damasco nell’VIII secolo d.C. da un negromante yemenita, e originariamente si sarebbe chiamata Al Azif, che significa: L’ululato dei Jinn.
Secondo la mitologia araba i Jinn erano delle entità che discesero dai cieli nell’era antidiluviana, coloro che nella tradizione ebraica vengono chiamati Nephilim, gli Dèi che furono precipitati negli inferi rei della loro ribellione.
Venuto a conoscenza di queste leggende, Lovecraft decise di utilizzarle per scriverci dei racconti, in cui antichi saperi si fusero con la sua fantasia.
Ciò che infatti Lovecraft chiamò Necronomicon, era il Libro segreto dei Nephilim…

The World of The Pañchatantra

The World of The Pañchatantra

Between linguistics and philosophy
Autore/i: D’Acierno Maria Rosaria
Editore: Irfan Edizioni
pp. 152, ill. a colori e b/n, San Demetrio Corone (CS)

In this essay, I will mainly consider, within a foreign language course, two items: 1) the role of culture and 2) the reading skill as a means to go through the cultural data related to the language studied, so to improve social interaction. Speech interaction is possible only through social interaction, which develops naturally during the child’s cognitive growth. In a foreign language schedule, this development has to be planned carefully in order to stimulate the students’ curiosity about the socio-political organization related to the foreign country. There are various levels to follow when we want to develop our students’ social and linguistic growth. Thus, here, I will discuss the different methodology employed with adult students of English and adult students of Farsi or Urdu or Arabic at elementary level. Because the focus is principally on a class of students of Urdu, I will concentrate on The Pañchatantra, viewed as the first literary text of fables belonging to the Indian literature, written in Sanskrit.

Maria Rosaria D’Acierno

Rune – Tomo V

Rune –  Tomo V

La divinazione runica rivela il fato attraverso i sussurri dei divini maestri
Autore/i: Odal Norak; Bianco Fiordo
Editore: Psiche 2
pp. 528, ill. b/n, Torino

Un manuale ricco e completo mirato alla divinazione runica.
La divinazione è sinonimo di ottenere una rivelazione dal divino.
Questo termine infatti deriva dalla parola latina “divinatio”, che significa “proviene da Dio”. Noi siamo in grado tramite questa antica arte di vedere in noi stessi le più elevate prospettive.
Derivanti dalle leggi universali che regolano il ciclo della vita e la natura, le Rune sono il canale più idoneo per scoprire il nostro Essere e migliorarlo ai fini evolutivi. Riusciremo a vedere la grandiosità delle forze interiori del nostro inconscio che stanno agendo per modellare e rifinire il nostro percorso. Prepariamoci ad aiutare prima noi stessi e poi gli altri, a valutare il tutto con profonda umiltà da diversi punti di vista, per poter sostenere con responsabilità le nostre scelte che puntano in direzione del risultato desiderato.

Tutti gli Scritti

Tutti gli Scritti

Autore/i: De Lectis Giovan Battista
Editore: Libreria Europa
Revisione del testo e introduzione di Dino Pacaccio pp. XIV-184, ill. b/n f.t, Ortona (CH)

Indice

IN VIRTUTIS LUMINE
Guida ad una prima conoscenza di G.B. de Lectis

All’Illustrissimo et Reverendissimo Monsignor il Cardinale di Pisa

All’Illustre et Reverendissimo Monsignore d’Ortona

Alli Magnifici Gentil’Huomini et Honorati Cittadini della Città d’Ortona à Mare

Vita et Miracoli del Gloriosissimo Apostolo di Giesu Christo S. Tomaso

Traslatione et Miracoli del Gloriosissimo Apostolo di Giesu Christo S. Tomaso

Vita di S. Gioseppe

Sermone dell’OrribiIità della Morte

Trattato della Humana Felicità

L’Evoluzione del Giappone

L’Evoluzione del Giappone

Autore/i: Sugimura Yotaro
Editore: Ist. Italiano per il Medio ed Estremo Oriente
pp. 64, Roma

Letture tenute all’Istituto Italiano per il Medio ed Estremo Oriente il 30 marzo e il 299 aprile 1936.

Estratto da LA POLITICA INTERNA DEL GIAPPONE

Da quando ho avuto l’onore d’assumere l’ufficio d’Ambasciatore di S. M. l’Imperatore del Giappone presso la Corona d’Italia sto lavorando senza tregua non solo allo sviluppo delle relazioni politiche e economiche tra Italia e Giappone, ma anche a stringere i legami intellettuali e culturali tra i nostri due Paesi cosi distanti geograficamente e tuttavia ravvicinati dalla somiglianza delle loro condizioni politiche.
Ammiratore di Roma antica, amico sincero dell’Italia contemporanea, il mio ideale sarebbe costituire colla mia persona un vincolo vivo e fervente tra l’Impero Nipponico e l’Italia fascista per il bene e il vantaggio comune delle due nazioni.
Son persuaso che la mutua comprensione e il rispetto reciproco tra i popoli sono i veri fondamenti della loro pace e della loro collaborazione.
So che i miei amici italiani amano il Giappone antico:
ma dopo aver ammirato i giardini di Nara e i templi di Kyoto bisogna pure studiare il Giappone moderno….

Inferno

Inferno

Autore/i: Alighieri Dante
Editore: Mondadori
Commentato di Franco Nembrini.
Illustrato da Gabriele Dell’Otto.
Prefazione di Alessandro D’Avenia pp. 704, ill. a colori, Milano

Franco Nembrini da anni, tiene per tutta l’Italia un ciclo di lezioni su Dante e la Commedia. Alla fine di uno di questi incontri, a Roma, Nembrini è stato avvicinato da un ragazzo che gli ha detto che le sue parole gli avevano cambiato la vita. Poco dopo Nembrini ha scoperto che il ragazzo era Gabriele Dell’Otto, uno dei più importanti disegnatori del mondo, artista di punta delle due grandi casi editrici americane di supereroi, Marvel e DC. È nato così un progetto che è anche un sogno. Rivestire la Divina Commedia per portarla al grande pubblico, nel millennio che è appena iniziato. Dopo l’introduzione di Alessandro D’Avenia, Nembrini illustra tutta l’opera, e poi i singoli canti dell’Inferno. Ogni canto ha un’introduzione alla lettura scritta da Nembrini, il testo originale di Dante e, a fronte, una parafrasi in italiano contemporaneo curata dagli studiosi dell’associazione “Cento Canti” per permettere la lettura a tutti, e una riproduzione delle meravigliose tavole di Gabriele Dell’Otto che illustrano il contenuto del canto.

La Mnemotecnia

La Mnemotecnia

Ossia l’arte di aiutare la memoria
Autore/i: Santini Giuseppe
Editore: Tipografia di E. Civelli e C.
2ª edizione migliorata ed accresciuta degli acrostici mnemonici pp. 72, Milano

AL LETTORE

Avendo ormai dall’esperienza appreso che il veicolo più efficace per comunicare altrui la Mnemotecnia ossia l’arte di ricordare, si è di farne rifiorire il campo di copiosi esempi sulla concatenazione delle idee, deliberai di mutare pienamente la forma al mio metodo mnemonico prima di metter mano alla ristampa. Avrò questa volta colpito nel segno? Potrà da or innanzi lo studioso imparare da sè la mnemonica, quest’arte prodigiosa che perfeziona la nostra memoria naturale? lo ne nutro tutta la speranza, direi anzi la certezza, considerando che i precetti e gli esempi contenuti nel presente trattatello son quelli medesimi che mi giovarono a fare non pochi mnemonisti in brevissimo tempo. Coraggio adunque, o lettore, affidati senza titubanza a tutto ciò che troverai esposto in questo libretto non isdegnarne gli esercizi graduati e in pochi giorni ti abiliterai a far portenti di memoria.

GIUSEPPE SANTINI

Le Cento Lune

Le Cento Lune

Autore/i: Tsukyoka Yoshitoshi
Editore: Electa Mondadori
A cura di John Stevenson.
Traduzione di Francesca Brusa Due volumi in una scatola, vol. I 100 tavv. a colori, vol. II pp. 192, nn. ill. a colori, Milano

Nel 1885-92 vengono pubblicate in Giappone le cento tavole dedicate alla luna (100 Aspects of the Moon) di Tsukyoka Yoshitoshi (1839-1892), pittore, incisore, poeta e calligrafo, allievo di Kuniyoshi e ultimo grande maestro dell’ukiyo-e. Le tavole mettono in scena personaggi tratti dalle antiche leggende cinesi e indiane, ma anche poeti, musicisti, geishe ed eroi della letteratura classica. Ma soprattutto illustrano magistralmente la cultura del Sol Levante: gli struggenti paesaggi illuminati dalla luna fanno da cornice ai personaggi di cui Yoshitoshi restituisce le emozioni e i costumi. Per il lettore occidentale è un tuffo nell’estetica di una tradizione che esercita – oggi più che mai – una incredibile fascinazione.

Mondadori Electa ha raccolto le tavole di Tsukyoka Yoshitoshi in Cento lune a cura di John Stevenson. La pubblicazione è composta da una preziosa scatola a tiratura limitata e numerata, che contiene due volumi: il facsimile delle cento tavole di Yoshitoshi, tutte riprodotte a piena pagina; e il volume critico che ne illustra la storia e il significato, a cura di John Stevenson, e include il commento descrittivo di ogni singola tavola.

John Stevenson è uno storico formatosi a Oxford, è uno specialista dell’arte asiatica, e in particolare di stampe giappionesi e ceramica antica del Vietnam. E’ stato direttore del dipartimento di arte cinese al Museo di Seattle, e direttore editoriale della Washington University Press. Vive attualmente sull’isola di Kyūshū, in Giappone. Il suo testo sulle Cento lune di Yoshitoshi uscì per la prima volta in edizione americana nel 1994, ed è inedito in Italia.

Boèce Théoricien de la Musique Grecque

Boèce Théoricien de la Musique Grecque

Autore/i: Potiron Henri
Editore: Bloud & Gay
pp. 186, Paris (Francia)

Introduction

Boèce est connu surtout comme philosophe. Son dernier ouvrage, écrit en exil, De consolatione philosopiae, a été abondamment commenté et très souvent traduit. La classique Histoire de la Littérature française de G. Lamon elle-même en fait mention: «Dès le XX siècle, le laic ignorant pourra lire en anglo-saxon La Consolation de Boèce, un des ouvrages fondamentaux, comme on le salt, de la science scolastique, un de ces classiques que lon expliquera, commentera dans les écoles; jusqu’à la Renaissance … Elle flgurera jusqu’en 1366 sur le programme de la licence».
Au reste, ce n’est pas seulement un ouvrage de philosophie.
Ce sont aussi, comme l’indlque le titre, des méditations intimes, d’un caractère très élevé, où l’auteur cherche une consolation dana les joies de l’esprit. Nous y trouvons également de précieuses indications autobiographiques, relatives surtout aux circonstances du procès et de l’exil de Boèce….

Gelli e la P2 fra Cronaca e Storia

Gelli e la P2 fra Cronaca e Storia

Autore/i: Mola Aldo A.
Editore: Bastogi
pp. 568, Foggia

Con questo libro Aldo A. Mola riscrive una pagina molto citata e poco studiata della storia italiana del XX secolo. Quella di una Loggia Massonica che progettava un “piano di rinascita democratica” accusata di golpismo e assolta molto tempo dopo in tribunale. Mola riprende ed amplia tesi già avanzate nella sua “Storia della Massoneria Italiana“. Su Gelli e la P2 Mola ha pubblicato molto e svolto lezioni in Italia e all’estero. Tesi portante dei suoi ragionamenti fu che il “complotto piduista” sarebbe stata l’invenzione vincente per abbattere il centro moderato e risucchiare così la sinistra democristiana nel calderone della Sinistra di matrice comunista.

Lorenzo Perosi

Lorenzo Perosi

Autore/i: Rinaldi Mario
Editore: De Santis
pp. 618, 20 tavv. b/n f.t, Roma

A dieci anni dalla morte di Lorenzo Perosi, si deve purtroppo constatare che il giudizio critico su questo autore non risulta ancora completamente chiaro. Le sue composizioni, oggi raramente eseguite, non figurano edite che in piccola parte e gli oratori esclusivamente nella riduzione per canto e pianoforte. Cosi la discografia appare piuttosto scarsa. Se a questo si aggiunge che la biografia del Perosi, come l’analisi delle sue opere. era ancora da realizzare, si deve concludere che se il musicista fu estremamente fortunato agll inizi della carriera, certo non lo fu dopo, e per più ragioni.
Se si fosse partiti, criticamente parlando, dal concetto che l’artista è racchiuso soprattutto nell’uomo di fede, cioè nel religioso, molte incomprensioni, oggi, non avrebbero possibilità di sussistere. Le principali doti del sacerdote-musicista sono la fede, la bontà e la sincerità, che vennero riversate tutte nella sua musica. Da sfatare è la leggenda della sua scarsa cultura, tanto è vero che egli si perfezionò alla Scuola dell’Haberl e partì, per le sue creazioni, da Palestrina, da Carissimi, da Bach, da Haendel. Da studiare ancora la vera e precisa natura del suo oratorio e l’essenza della sua musica sacra, non soltanto delle Messe, ma anche dei Mottetti. Indubbiamente la sua musicalità è lontana da quella «teatralità» che diede tanto da fare ai gazzettieri di fine secolo e dei primi del Novecento. Alla musica perosiana, infine, si dovevano riconoscere due qualità essenziali: quella della popolarità e dell’italianità, e infatti la personalità del musicista risulta presente in uno stile di alti pregi ispirativi. Tutti questi problemi e punti di vista sono stati affrontati da Mario Rinaldi nel presente volume che viene a colmare una incresciosa lacuna nella storia della musica dei nostri tempi.

Lo Specchio delle Anime Semplici

Lo Specchio delle Anime Semplici

Autore/i: Porete Margherita
Editore: Le Lettere
testo medio francese a fronte, traduzione di Giovanna Fozzer, introduzione e note di Marco Vannini pp. 470, Firenze

Solo ai nostri giorni Lo Specchio delle anime semplici è stato attribuito a Margherita Porete, straordinaria personalità di donna, di cui, peraltro, sappiamo solo quel poco che risulta dal processo per eresia, per il quale fu bruciata a Parigi nel 1310.

Tra prosa e poesia, in forma di dialogo – anzi, di “contrasto” – il libro descrive i gradi del cammino d’amore dell’anima che cerca Dio, scoprendo la necessità di andare, per amore, oltre l’amore, ovvero, per Dio, oltre Dio, finché, nel completo distacco da se stessa, fattasi nulla, si trasforma in Dio stesso. Giudicata pericolosa e perciò occultata per secoli dalla condanna ecclesiastica, l’opera fu però nota ed amata da alcune grandi personalità della storia della mistica, come ad esempio santa Caterina da Genova, ed oggi, libera da censure, appare in tutto il suo rilievo. Non a caso anche Meister Eckhart, presente a Parigi nel medesimo periodo del processo e della morte di Margherita, trasse proprio dallo Specchio alcune delle sue tesi più radicali e paradossali sul nulla dell’anima e sul nulla divino.

La presente versione in lingua italiana, con originale a fronte, introduzione e un ricchissimo apparato di note, permette al lettore l’incontro con un libro ai vertici della spiritualità cristiana.

Libreria ASEQ s.r.l. - Via dei Sediari, 10 - 00186 Roma - Tel. 06 6868400 - Partita IVA 08443041002